Pensionamento forzato

Docente  – Buonasera, Sono una docente della scuola primaria nata l’11/02/1951 entrata in ruolo il 10/09/1982 con decorrenza giuridica il 10/09/1981. In data 31/12/2011 raggiungevo quota 96. Compiendo 65 anni l’11/02/2016 posso chiedere il pensionamento per vecchiaia a settembre 2016. Se possibile quali penalizzazioni potrei subire

FP – Gentile Docente,

ad avviso dello scrivente, il suo caso rientra in quelli disciplinati dal pensionamento forzato.

La normativa dispone che questo possa avvenire per:
a) età anagrafica;
b) anzianità contributiva.

Nel suo caso si tratta di pensionamento coatto per raggiunti limiti di età (punto a), con decorrenza 1/9/2016.

Analizziamo il caso:

il pensionamento d’ufficio per vecchiaia si ha quando, (tenuto conto della prossima tornata di pensionamenti ovvero 1/9/2016):

1) entro il 31/8/2016 si compie 65 anni ed in possesso, al 31/12/2011 dei requisiti vigenti prima della riforma Fornero   oppure  dell’anzianità utile perla pensione anticipata.

Si indicano, per completezza di informazione, i requisiti “pre-Fornero”:
– quota 96 (60/36 o 61/35);
– 40 anni di contributi;
– pensione di vecchiaia con 65 anni di età per gli uomini e 61 anni di età per le donne con un minimo di 20 anni di contribuzione o 15 di contributi se in servizio prima del 31/12/1992;

2) entro il 31/8/2016 si compie 66 anni e 7 mesi e non si è in possesso dei requisiti di cui al punto1;

Pertanto, il suo caso rientra nella casistica  indicata al punto 1, ovvero: compie 65 anni entro il 31/8/2016 (febbraio 2016 e pertanto dopo il 31/8/2015) e contemporaneamente soddisfa, al 31/12/2011, il requisito della quota 96 , come indicato da lei.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads