Pensionamento “opzione donna”

Rosella  – La mia situazione è la seguente: Sono attualmente al mio 24° anno di insegnamento nella scuola primaria e mi sono stati ricongiunti 8 anni di contributi riguardanti precedenti lavori. Cinque anni fa ho chiesto di poter riscattare 3 anni di università ma  solo da pochi giorni la segreteria ha comunicato il conteggio  all’INPS.  Ora, ammesso che l’INPS mi faccia sapere a breve quanto mi costerà riscattare i suddetti anni di università e ammesso che io sia disposta a sostenerne la spesa, sarebbe possibile per me accedere all’Opzione Donna  visto che sono nata il 22/06/1958 e che, sommate tutte queste cose, quello in corso sarebbe per me il trentacinquesimo anno di servizio ? Vi sarei grata se poteste darmi velocemente una risposta così saprò come muovermi.

FP – Gentile Rosella,

la possibilità di pensionamento riservata alle donne, a cui lei fa riferimento, è definita “opzione donna”.

I requisiti sono: 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di anzianità contributiva da possedere al 31/12/2015.  Verificata la sua età e l’anzianità di servizio, la suddetta opzione le permetterebbe di andare in pensione già dal 1/9/2016.

Ci tengo a precisare che la misura della sua pensione, (opzione donna), sarà determinata esclusivamente con le regole del sistema contributivo, oggettivamente più penalizzante degli altri sistemi di calcolo. In merito a quanto appena indicato, si precisa che la suddetta possibilità di pensionamento è vincolata all’approvazione della legge di stabilità 2016.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads