Anno di prova per il docente che ha differito la decorrenza economica. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Gentilissimi, una docente viene immessa in ruolo con la fase C della legge 107/2015 in una provincia diversa da quella di residenza. Dato che era giá titolare di un contratto sul sostegno,nominata da posto comune, in una scuola primaria per 6 ore sett.li fino al termine delle attivitá didattiche decide di non partire e rimanere in quella scuola. Oggi viene individuata dalla nostra scuola come destinataria di contratto sempre su sostegno,sempre da posto comune di scuola primaria e sempre fino al termine delle attivitá didattiche ma per 18 ore sett.li. La domanda é la seguente: deve effettuare il periodo di prova nella scuola dove prestava servizio per 6 ore all’atto dell’immissione in ruolo o nella nostra scuola dove presterá servizio per 18 ore? Nel ringraziare per il chiarimento si porgono cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

si premette che ai sensi della circolare Prot. N.36167 del 5/11/2015 la supplenza su posto di sostegno è valida ai fini dello svolgimento del periodo di prova anche su posto comune e viceversa, nel medesimo ordine e grado di scuola.

Non esiste un chiarimento ministeriale per il caso di cui al quesito. A mio avviso l’anno di prova, che in questo caso non è “obbligatorio” per il docente ma deve essere espressamente richiesto da quest’ultimo, è possibile farlo in una delle due scuole su espressa richiesta del docente.

 

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads