Scatti stipendiali in ritardo di un anno per blocco dell’anno 2013

Laura – Sono una docente a tempo indeterminato di un istituto secondario in fascia 21 e sul cui cedolino è scritto che la fascia medesima ha scadenza 31/12/15.
Vorrei sapere se posso sperare, a partire dal gennaio 2016, di vedermi riconosciuto qualche aumento (parziale, se ho ben capito, o totale) di stipendio, considerato anche che comunque è ancora presente un anno di penalizzazione (lo scatto sarebbe dovuto avvenire dal 1 gennaio 2015, ma questo se ho ben capito vale per tutti). Mi scuso per la mia disinformazione e ringrazio molto in anticipo per ogni eventuale risposta

Giovanna Onnis – Gentilissima Laura,

nel mese di gennaio 2016 scatterai alla classe 28 con relativo aumento di stipendio come previsto nella tabella allegata al CCNL

L’art.2 del CCNL del 04.08.2011 stabilisce modifiche delle posizioni stipendiali rispetto a quelle indicate nella tabella B allegata al CCNL sottoscritto il 23/1/2009.

Nel CCNL/2011, infatti, viene attuata una rimodulazione delle posizioni stipendiali con una ridefinizione secondo le indicazioni inserite nella tabella A.

Come docente laureata di scuola secondaria di II grado passerai da un reddito complessivo (per 12 mensilità) di 29.394,95€ per la classe 21 di attuale appartenenza a un reddito complessivo (per 12 mensilità) di 31.352,07€ previsti per la classe 28 dove scatterai nel mese di gennaio.

Negli ultimi anni in materia di scatti si sono verificati molti cambiamenti.

Il blocco nella progressione di carriera che aveva coinvolto gli anni 2010-2011-2012 e 2013 è stato ridimensionato con il relativo recupero degli anni 2010-2011 e 2012, mentre rimane ancora bloccato e conseguentemente non riconosciuto ai fini della carriera il servizio prestato nell’anno 2013.

Questo coinvolge tutti i docenti che risultano pertanto in ritardo di un anno sulla progressione economica spettante rispetto agli anni di servizio prestati.

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads