Mobilità 2016/17 per docente immesso in ruolo nel l’a.s. 1991/92: sarà negli ambiti territoriali

Antonietta – Sono una docente in ruolo dal ‘91 e vorrei provare a trasferirmi nel mio comune di residenza, stessa provincia di titolarità, non potrò più farlo senza finire negli ambiti territoriali? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Antonietta,

purtroppo per te e per tutti i docenti che si trovano nella medesima tua situazione, non ci sono possibilità per evitare gli ambiti territoriali.

In ottemperanza a quanto prevede, infatti, la legge 107 nel comma 73: “Dall’anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale e professionale del personale docente opera tra gli ambiti territoriali”.

Quindi tutti i docenti che chiederanno mobilità saranno coinvolti negli ambiti territoriali.

L’unica eccezione prevista riguarda i docenti neo-immessi nella fase 0 e nella fase A per i quali, come stabilisce il comma 73, continueranno ad essere valide le vecchie regole con mobilità su specifiche scuole.

I sindacati negli incontri con il MIUR hanno tentato di rinviare di un anno l’istituzione degli ambiti territoriali per consentire la mobilità 2016/17 con le vecchie regole http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-miur-s-ad-ambiti-territoriali-subprovinciali-presentati-prossima-settimana

Sembra, però, che le loro richieste non siano state accolte, come dimostrato dalla presentazione delle Linee Guida sugli ambiti territoriali da parte del MIUR  http://www.orizzontescuola.it/news/ambiti-territoriali-ruoli-e-mobilit-201617-ecco-come-saranno-formati-linee-guida-del-miur

In ogni caso per tutti i criteri e le regole da seguire per la prossima mobilità  sarà necessario attendere la pubblicazione del CCNI 2016/17

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads