Mobilità 2016/17 negli ambiti territoriali. Chiarimenti

Michela – Sono un’insegnante di Scuola dell’Infanzia e per il prossimo anno vorrei chiedere sia il Passaggio di ruolo alla Scuola Primaria che il trasferimento in un’altra Scuola dell’Infanzia. Ho letto gli ultimi aggiornamenti e se ho capito bene dovremmo scegliere in base a questi ambiti territoriali. Ma cosa significa? Che rischio di andare a lavorare anche in un’altra Regione o comunque molto lontano? Cosa cambia rispetto alle vecchie regole? Ripeto ho cercato di comprendere, ma non sono sicura di aver capito bene. Inoltre se non dovessero essere accettate le mie richieste, rischi il mio posto di appartenenza? Grazie dell’informazione e distinti saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Michela,

con la legge 107 vengono previste molte novità per la mobilità 2016/17 e una di queste è quella inserita nel comma 73 che prevede una mobilità territoriale e professionale negli ambiti territoriali e non su specifiche scuole come si è verificato fino al corrente anno scolastico.

Con la prossima mobilità i docenti coinvolti negli ambiti non saranno più titolari in una specifica scuola, ma in un ambito che comprenderà diverse scuole e la cui ampiezza sarà definita con i criteri stabiliti nel comma 66 :

l’ampiezza degli ambiti territoriali dovrà essere inferiore alla provincia o alla citta’ metropolitana, considerando:
a) la popolazione scolastica;
b) la prossimità delle istituzioni scolastiche;
c) le caratteristiche del territorio

La definizione degli ambiti territoriali dovrà, a mio avviso, precedere le domande di mobilità per consentire ai docenti di esprimere le preferenze con cognizione di causa.

Nel comma 66 si prevede che gli uffici scolastici regionali definiscano gli ambiti entro il 30 giugno 2016, leggermente tardi, a parer mio, per la tempistica solita delle domande di mobilità.

Il MIUR ha comunque predisposto le Linee Guida con i criteri per la loro individuazione , che OrizzonteScuola ha pubblicato tempestivamente http://www.orizzontescuola.it/news/ambiti-territoriali-ruoli-e-mobilit-201617-ecco-come-saranno-formati-linee-guida-del-miur

Le tue domande di trasferimento e di passaggio di ruolo, quindi, se accolte determineranno per te la titolarità in un ambito tra quelli da te richiesti e non in una specifica scuola.

Se non ci saranno disponibilità negli ambiti richiesti rimarrai titolare nella scuola dove sei attualmente e non potrai subire una mobilità d’ufficio sia nella provincia sia a livello nazionale.

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads