Mobilità negli ambiti territoriali: nessuna garanzia per avere l’incarico in una specifica scuola

Francesca – Sono titolare in una scuola della provincia di mia residenza, ma interessata alla scuola più vicina a casa, dove insegno con assegnazione provvisoria da 10 anni. L’ambito territoriale delle due scuole sarà sicuramente il medesimo. Come mi dovrò comportare per richiedere il posto nella scuola che mi interessa, in cui si prevedono alcuni pensionamenti per il prossimo anno? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Francesca,

la mobilità negli ambiti territoriali non dà garanzie per quanto riguarda la scuola nella quale si presterà servizio.

In base alle nuove disposizioni stabilite nella legge 107 dall’a.s. 2016/17 la mobilità territoriale e professionale sarà negli ambiti territoriali, quindi il primo passo che dovrai fare sarà quello di chiedere trasferimento nell’ambito territoriale dove risulta inserita la scuola di tuo interesse.

Se ottieni trasferimento dovrai presentare la tua candidatura nella scuola di tuo interesse, mediante presentazione del curriculum, ma questo non sarà per te una garanzia per lavorare nella scuola.

In base al comma 79, infatti, sarà il dirigente scolastico a proporre l’incarico al docente scegliendo tra tutti quelli che hanno presentato la loro candidatura, in sintonia con quanto stabilisce il comma 80:

Il dirigente scolastico formula la proposta di incarico in coerenza con il piano triennale dell’offerta formativa. L’incarico ha durata triennale ed e’ rinnovato purché in coerenza con il piano dell’offerta formativa. Sono valorizzati il curriculum, le esperienze e le competenze professionali e possono essere svolti colloqui. La trasparenza e la pubblicità dei criteri adottati, degli incarichi conferiti e dei curricula dei docenti sono assicurate attraverso la pubblicazione nel sito internet dell’istituzione scolastica”

Ritengo importante informarti che il docente che non riceve proposte di incarico da parte di un dirigente scolastico sarà assegnato d’ufficio in una scuola dell’ambito di titolarità da parte dell’ufficio scolastico regionale (comma 82)

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads