Graduatoria interna ed esclusione docente con art.21 legge 104/92: questa possibilità esisterà ancora con la “Buona scuola”?

Maria Pia – Dal prossimo anno scolastico i beneficiari della legge 104 , art. 21, potranno ancora essere esclusi dalla graduatoria interna d’istituto? Quest’anno sono stata costretta a completare l’orario in un’altro istituto perché al mio collega , non residente nel comune della scuola,è stato riconosciuta un’invalidità tale da farlo rientrare nell’art. 21 della legge 104 e ha chiesto e ottenuto l’esclusione dalla graduatoria interna . Vorrei sapere se la legge 107 prevede ancora l’uso (e l’abuso) di questa forzata interpretazione della legge 104 , valida solo per la scuola e non per le altre pubbliche amministrazioni. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria Pia,

l’art.21 e 33 della legge 104/92 è l’unica precedenza che viene citata nella legge 107 e per le altre bisognerà aspettare la pubblicazione del CCNI 2016/17.

Nel comma 78, infatti, si stabilisce che, per l’assegnazione della sede nei confronti degli insegnanti trasferiti negli ambiti territoriali, varrà la precedenza della legge 104, articolo 21 e 33, comma 6. Di conseguenza i docenti con disabilità personale avranno la priorità nella sede presso cui invieranno il curriculum.

A decorrere dall’anno scolastico 2016/2017, per la copertura dei posti dell’istituzione scolastica, il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo assegnati all’ambito territoriale di riferimento, prioritariamente sui posti comuni e di sostegno, vacanti e disponibili, al fine di garantire il regolare avvio delle lezioni, anche tenendo conto delle candidature presentate dai docenti medesimi e della precedenza nell’assegnazione della sede ai sensi dell’articolo 21 e dell’articolo 33, comma 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Non viene citata la graduatoria interna e non si sa in che modo tale graduatoria verrà predisposta considerando che molti docenti avranno titolarità negli ambiti e non nella scuola anche se in servizio con incarico triennale.

Se le regole per l’esclusione dalla graduatoria interna rimanessero invariate, il collega con disabilità personale che usufruisce della legge 104 art.21 ha il diritto ad essere escluso, anche se non residente nel comune in cui è ubicata la scuola, purché abbia presentato domanda di trasferimento chiedendo come prima preferenza il  comune di residenza oppure una o più istituzioni scolastiche comprese in esso, come prevede l’ art.7 comma 3 del CCNI 2015/16

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads