Potenziamento nella stessa scuola in cui avevo la supplenza: possono assegnarmi le mie classi?

Deborah – Spettabile Redazione, insegno tecnologia grafiche a ***. Quest’anno a Settembre ho accettato la nomina per uno spezzone di 12 ore all’ITI di R. Essendo entrata di ruolo in fase C, avendo verificato l’esistenza di posto di potenziamento nella scuola dove insegnavo, ho deciso di dimettermi dal mio spezzone di 12 ore a tempo determinato per accettare il posto di ruolo di 18 ore nello stesso istituto.

Dal giorno delle convocazioni per il potenziamento fino ad oggi ho lavorato come supplente ( di me stessa) nelle classi dello spezzone delle mie ex 12 ore. ( le altre 6 ore ho fatto delle sostituzioni). Ma dalla prossima settimana subentrerà una supplente in terza fascia dalle GI a coprire lo spezzone di 12 ore e quindi insegnerà nelle classi in cui fino ad oggi ho lavorato io.

Per continuità didattica, non sarebbe più logico che fossi io a continuare ad insegnare nelle classi che ho lasciato? La supplente delle GI, non potrebbe coprire uno spezzone di 12 ore di potenziamento? Grazie mille, come tutti sono molto confusa.
cordialmente

risposta – gent.ma Deborah, a rigore il Preside sta applicando la normativa. Tu infatti hai “rifiutato” lo spezzone per assumere servizio su posto di potenziamento, che dovrebbe essere ben altro rispetto alle sostituzioni ( Docenti Fase C, non possono farvi fare solo supplenze o progetti improvvisati )

Però, quello del supplente che entra in servizio su posto di potenziamento nella stessa scuola in cui svolgeva la supplenza è un caso che stiamo verificando abbastanza di frequente, per cui sarebbe giusto che il Ministero intervenisse. L’unico finora ad essersi espresso in maniera ufficiale e favorevole è l’USR Friuli Venezia Giulia

Il dirigente scolastico valuterà, nell’ambito delle proprie competenze gestionali, l’esistenza di condizioni concrete di compatibilità e l’opportunità di utilizzare il docente del potenziamento, che abbia assunto servizio nella scuola in cui svolgeva la precedente supplenza, a beneficio degli alunni cui era stato assegnato nell’incarico di supplenza, così da garantire la continuità didattica ad anno scolastico inoltrato. ”

Ma la decisione finale spetta comunque al Dirigente Scolastico.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads