Cattedra che si libera in seguito a pensionamento per l’a.s. 2016/17: sarà destinata ai trasferimenti o a nuova immissione in ruolo?

Lilli – Sono una neoimmessa in ruolo con fase c. Nella scuola in cui ho
preso servizio un docente della mia stessa disciplina andrà in pensione il
prossimo settembre. Vorrei sapere se il posto che si libererà sarà occupato
da docenti già di ruolo ( cui faccio parte anch’ io) oppure da nuovi
immessi nominati da gae non esaurita. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Lilli,

la cattedra che si libera in seguito a pensionamento risulterà sicuramente vacante per il successivo anno scolastico nell’organico della scuola.

Si parla chiaramente di organico di diritto che dal prossimo anno scolastico 2016/17 diventerà organico dell’autonomia insieme all’organico di potenziamento, come chiarisce il comma 68 della legge 107.

Non sono state ancora chiarite le modalità con le quali si predisporranno i movimenti all’interno degli ambiti territoriali e come verranno conferiti gli incarichi nell’organico dell’autonomia da parte dei dirigenti scolastici.

Per avere chiarimenti in merito è necessario aspettare la pubblicazione del CCNI 2016/17 non ancora predisposto e per il quale sono in corso le trattative tra sindacati e MIUR.

Per quanto riguarda il tuo specifico quesito, i movimenti territoriali e professionali hanno sempre preceduto le immissioni in ruolo, quindi la cattedra liberatasi in seguito a pensionamento potrà essere utilizzata per accontentare un docente in ruolo che ne ha fatto richiesta. Al momento delle eventuali immissioni in ruolo, quindi, la cattedra di cui si parla risulterà già occupata

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads