Supplenze ATA: Sostituzione dell’AA che è utilizzato in altre scuole nel profilo di DSGA

A.A. Angelo – Gentilissima Lalla, come ormai da anni, il CCNI sulla mobilità regolamenta la sostituzione del DSGA assente, anche tramite l’utilizzazione degli AA iscritti nelle apposite graduatorie provinciali. L’elemento di novità, che pare sia intervenuto in questo anno scolastico 2015/16, è rappresentato dal blocco delle sostituzioni del personale con qualifica di assistente amministrativo se titolare in istituzione scolastica con organico di diritto superiore a 2 assistenti.La mia richiesta è intesa a conoscere se, a suo parere, nel blocco in questione ricada anche l’utilizzazione in altra scuola dell’AA nel profilo di DSGA?
Naturalmente la mia speranza in merito è che quello che certamente è uno sforzo per l’AA che si presta a sostituire il DSGA non divenga una ulteriore penalizzazione per la scuola di titolarità dello stesso, dovendosi privare, anche per un intero anno scolastico, di unità di personale prezioso.
Un saluto,

di Giovanni Calandrino – Gentile Angelo, la circolare ministeriale sulle supplenze prot. n. 25142 del 10.08.2015 stabilisce il divieto assoluto di conferire supplenze al personale AA, salvo l’ipotesi in cui l’esigenza di sostituzione nasca presso istituzioni scolastiche il cui organico di diritto abbia meno di tre posti.

La circolare ministeriale prot. n. 25421 del 12-08-2015 ha chiarito che la suddetta limitazione fa riferimento alle sole supplenze brevi.

Pertanto occorre identificare la tipologia di sostituzione che andrà a fare l’AA sul posto del DSGA. Dal quesito mi pare di capire che l’assenza dell’AA e quindi l’incarico di DSGA sarà attribuito per l’intero A.S. In questo caso, quindi, il posto che si renderà vacante non farà riferimento alla tipologia delle supplenze brevi ma sarà attribuibile a supplenza temporanea sino al termine delle attività didattiche in riferimento all’art. 1 comma 1, punto b del D.M. 430 del 13.12.2000.

Quindi per i motivi sopra riportati, il posto non rientra nella tipologia delle cosiddette “supplenze-brevi” perché l’assenza del titolare permane per l’intero A.S. e pertanto, a parere dello scrivente è possibile nominare il supplente.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads