Assegnazione provvisoria per l’a.s.2016/17: non si conoscono ancora le regole e bisogna aspettare le indicazioni ministeriali

Laura – Insegno nella scuola primaria da 15 anni con contratto a tempo
indeterminato, quest’anno vorrei chiedere assegnazione provvisoria in un’altra
scuola nello stesso comune.  Cosa succede con la nuova legge sulla mobilità chiedendo solo l’assegnazione provvisoria e non il trasferimento? Rientrerei negli ambiti territoriali? In che modo? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Laura,

le regole per la mobilità annuale 2016/17 devono essere ancora stabilite e ora è sicuramente prematuro in considerazione del fatto che la contrattazione in corso tra sindacati e MIUR riguarda la mobilità territoriale e professionale 2016/17 che sicuramente precede le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie.

Non è possibile, quindi, rispondere con precisione alla tua domanda, in quanto le AP per il prossimo anno scolastico non vengono prese in considerazione dalla legge 107 e non si sa niente su quando e come si presenterà domanda e sulle preferenze che potranno essere espresse.

Considerando che le assegnazioni provvisorie hanno come finalità il ricongiungimento ad un familiare (coniuge o convivente, figli o genitori), personalmente ipotizzo che si potranno esprimere preferenze su specifiche scuole e/o comuni e non su “generici” ambiti territoriali, ma sottolineo che si tratta di una ipotesi del tutto personale che richiede conferma o smentita dalla normativa come sarà stabilità nel prossimo CCNI sulla mobilità annuale.

Mi preme ricordarti, comunque, che, in base alla normativa in vigore nel corrente anno scolastico, non è possibile chiedere AP nel comune di titolarità o nel caso di comuni divisi in distretti, nel distretto di titolarità, come prevede l’art.7 comma 7 del CCNI 2015/16:

Non è consentita l’assegnazione provvisoria nell’ambito del comune di titolarità, con l’eccezione dei comuni che comprendono più distretti”

Quindi se la tua intenzione, come mi sembra di capire, è quella di chiedere AP nello stesso comune in cui sei titolare, non lo puoi fare, a meno che siano previste modifiche in tal senso nel prossimo CCNI

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads