Graduatoria interna ATA: in caso di utilizzo dell’art. 59, perdo la continuità?

Emanuela – Gentile redazione, Orizzontescuola è sempre stata una fonte da consultare e dove ho potuto sempre trovare risposte puntuali e precise.

Non ho potuto trovare però aiuto nella situazione che mi sono venuta a trovare quest’anno.

Sono una assistente amministrativa di ruolo da 7 anni, con continuità nello stesso istituto da 5.

In questi anni ho mantenuto la mia posizione in terza fascia graduatoria docenti A028.

Con la fase C docenti di potenziamento ho ricevuto delle chiamate da scuole per proposte di supplenza fino al 30 giugno, il mio dubbio è: La supplenza quanto mi costa in termini di punti sulla graduatoria interna di istituto personale ATA nella mi attuale sede di lavoro e i circa 6 mesi da docente come sono valutati in punti in detta graduatoria?

Ringraziandovi anticipatamente porgo cordiali saluti.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Emanuela, si valuta come servizio pre-ruolo. Infatti, nel Ccnl, è chiaramente scritto (art. 59 c. 2) che l’accettazione di tale incarico (a tempo determinato in profilo diverso) comporta l’applicazione della disciplina prevista per il personale a tempo determinato. Di conseguenza il Ccni sulla mobilità (tabella di valutazione allegato E, nota 11) non può che prevedere la stessa valutazione del servizio pre-ruolo.

È altrettanto evidente che non si ha più neanche diritto alla valutazione della continuità visto che si è “interrotto il servizio di ruolo nello stesso profilo”, a prescindere se si è cambiata scuola o meno (sempre nota 11 alla tabella di valutazione).

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads