Supplenze ATA: posto disponibile prima del 31/12. Chiarimenti per il Dirigente scolastico

Dirigente Scolastico – Sono a porvi un quesito per noi molto urgente. Un assistente amministrativo a tempo indeterminato è entrato in aspettativa accettando una supplenza come docente fino al 30 giugno. Con la presente si chiede se, alla luce della Legge di Stabilità 2015, sul posto di assistente amministrativo si possa procedere alla nomina di un supplente e, in caso di risposta affermativa, fino a quale data. Ringrazio infinitamente per la risposta.

Paolo Pizzo – Gentile Dirigente,

la Legge 107/2015 e la Legge 23 dicembre 2014, n. 190 non sono intervenute sull’attribuzione dei posti resosi disponibili prima del 31/12.

Giova ricordare che il comma 322 di quest’ultima recita:

“A decorrere dal 1º settembre 2015, i dirigenti scolastici  non possono conferire le supplenze brevi di  cui  al  primo  periodo  del comma 78 dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 1996, n. 662, a:  a) personale  appartenente  al  profilo  professionale   di   assistente amministrativo, salvo che presso le istituzioni  scolastiche  il  cui relativo organico di diritto abbia meno di tre  posti;  b)  personale appartenente  al  profilo  di  assistente   tecnico;   c)   personale appartenente al profilo di  collaboratore  scolastico,  per  i  primi sette  giorni  di  assenza.  Alla  sostituzione  si  puo’  provvedere mediante l’attribuzione al personale in servizio delle ore  eccedenti di cui ai periodi successivi. Le ore eccedenti  per  la  sostituzione dei  colleghi  assenti  possono  essere  attribuite   dal   dirigente scolastico   anche    al    personale    collaboratore    scolastico. Conseguentemente le istituzioni scolastiche destinano il Fondo per il miglioramento  dell’offerta  formativa  prioritariamente   alle   ore eccedenti.”

Per il caso in questione resta quindi in vigore  ciò che indica il DM 430/2000 che è il Regolamento delle supplenze per il personale ATA.

L’art. 1 del Regolamento prevede che:

  1. Ai sensi dell’articolo 4, commi 1, 2, 3 e 11 della legge 3 maggio 1999, n. 124, di seguito denominata “legge”, nei casi in cui non sia stato possibile assegnare sulle disponibilità di posti di personale amministrativo, tecnico e ausiliario, personale soprannumerario in utilizzazione o, a qualsiasi titolo, personale con contratto a tempo indeterminato, si dispone con:
  2. a) supplenze annuali, per la copertura dei posti vacanti, disponibili entro la data del 31 dicembre, e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico;
  3. b)supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche, per la copertura di posti non vacanti, di fatto disponibili entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico;
  4. c) supplenze temporanee, per ogni altra necessità di supplenzaDIVERSA DAI CASI PRECEDENTI, secondo quanto specificato all’articolo 6.

…..per l’attribuzione delle supplenze annuali e delle supplenze temporanee fino al termine delle attività didattiche, si utilizzano le graduatorie di cui all’arti-colo 2; per l’attribuzione delle supplenze temporanee si utilizzano le graduatorie di circolo e di istituto di cui all’articolo 5.

L’art 2 riguarda il  il conferimento delle supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche

L’art 5 riguarda invece le graduatorie d’istituto con la precisazione posta dall’art. 6 il quale dispone  che i dirigenti scolastici possono conferire supplenze temporanee utilizzando le rispettive graduatorie di circolo e di istituto per la sostituzione del personale temporaneamente assente e per la copertura di posti resisi disponibili, per qualsiasi causa, dopo il 31 dicembre di ciascun anno.

Richiamata la normativa in materia e fatta la dovuta differenza tra Graduatoria Permanente e d’istituto, è chiaro che nel caso di cui al quesito si tratta di posto resosi disponibile prima del 31/12  perché il titolare ha chiesto un’aspettativa (art 59 CCNL/2007) direttamente fino al 30/6/2016.

Il posto va quindi restituito all’ATP e assegnato alle graduatorie permanenti di cui all’art. 2 del DM 430/2000.

 

Posted on by nella categoria Supplenze, Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads