Trasferimento da sostegno a posto comune dopo il superamento del vincolo quinquennale: sarà su ambito territoriale e non su scuola

Cristina – Sono stata immessa in ruolo sulla classe AD02 (sostegno area umanistica) nell’a.s.2011-2012 e quest’anno ha termine il mio quinquennio obbligatorio sul posto di sostegno. Se chiedo il trasferimento sulla materia sempre nella scuola media di secondo grado, rientro necessariamente negli ambiti provinciali oppure, visto che non potevo chiedere questo passaggio di cattedra fino a quest’anno per il vincolo dei 5 anni, posso sperare nella titolarità sulla materia in una scuola? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Cristina,

la legge 107 nel comma 73 non fa distinzioni tra docenti che erano nel vincolo quinquennale e docenti che non avevano vincoli.

Infatti il coinvolgimento negli ambiti territoriali interessa tutti i docenti che otterranno mobilità territoriale o professionale per l’a.s. 2016/17 e gli unici esclusi saranno i neo-immessi in ruolo in fase 0 e in fase A per i quali continueranno ad applicarsi le vecchie regole,cioè mobilità su scuola e non su ambito.

Il movimento da sostegno a posto comune sarà per te un trasferimento, non un passaggio di cattedra come erroneamente affermi e questo movimento dovrebbe effettuarsi negli ambiti territoriali se, in sede di contrattazione con il MIUR i sindacati non riusciranno ad ottenere il rinvio di un anno degli ambiti con l’obiettivo di attuare la mobilità 2016/17 con le stesse regole utilizzate nel corrente anno scolastico  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-sindacati-no-agli-ambiti-territoriali-tutelare-sovrannumerari-permettere-tutti-m

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads