Mobilità 2016/17: anche il docente in esubero provinciale sarà coinvolto negli ambiti territoriali?

Sandra – Sono stata immessa in ruolo nella classe A052 il 1 settembre 2011.
Superato l’anno di prova ho richiesto la sede definitiva, ma purtroppo sono andata in esubero subito e tale lo sono ancora. Essendo appunto un esubero, ma non una perdente posto o soprannumeraria (non avendo mai avuto una sede da perdere…), parteciperò alla mobilità potendo indicare delle sedi, come i neoimmessi in fase 0 ed A, oppure sono ‘destinata’ ad un ambito territoriale? Nel secondo caso, quanti saranno gli ambiti da indicare? Qualcosa come le 100 province della fase C? Grazie per la risposta

Giovanna Onnis – Gentilissima Sandra,

sulla sorte dei docenti soprannumerari o senza sede di titolarità in quanto in esubero e titolari DOP o in provincia, il MIUR non si è espresso e si attendono chiarimenti e decisioni che dovranno essere prese in sede di contrattazione con i sindacati.

Il tema è stato preso in considerazione dai sindacati e la speranza è che non vada a finire nel “dimenticatoio”. http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-sindacati-no-agli-ambiti-territoriali-tutelare-sovrannumerari-permettere-tutti-m

In base a quanto viene stabilito nella legge 107 sembrerebbe che la possibilità di chiedere specifiche scuole senza essere coinvolti negli ambiti territoriali, sia riservata ai soli docenti neo-immessi nella fase 0 e nella fase A per i quali la mobilità avverrebbe secondo le vecchie regole, mentre per tutti gli altri docenti tutta la mobilità, sia territoriale che professionale, sarà negli ambiti territoriali.

Quindi anche tu saresti coinvolta negli ambiti e in seguito al trasferimento avresti titolarità non su una scuola, ma su un ambito territoriale e, nella tua situazione, non avendo una scuola di titolarità, e se non potrai essere accontentata in nessuna delle preferenze espresse potresti anche essere trasferita d’ufficio in un ambito non richiesto.

Sulle preferenze che si dovranno e potranno esprimere nella domanda per ora ci sono solo dubbi e tanti punti interrogativi, come sottolineato nell’articolo pubblicato da OrizzonteScuola  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-preferenze-territoriali-esprimere-nella-domanda-grande-nodo-sciogliere

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads