Passaggio di ruolo da sostegno I grado a sostegno II grado: il docente che lo ottiene sarà coinvolto negli ambiti territoriali?

Simona – Sono una docente titolare su posto di sostegno scuola infanzia, vorrei chiedere il passaggio di ruolo su posto sostegno secondaria di II grado ( sempre nella provincia di titolarità). Vorrei sapere se gli ambiti territoriali sono previsti anche per chi produce domanda di mobilità professionale. Grazie mille

Giovanna Onnis – Gentilissima Simona,

l’istituzione degli ambiti territoriali per l’a.s. 2016/17 è stabilita nel comma 66 della legge 107 e nel comma 73 si prevede che “Dall’anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale e professionale del personale docente opera tra gli ambiti territoriali”.

Quindi nella legge 107 non si parla solo di mobilità territoriale, ma anche di mobilità professionale, cioè passaggio di cattedra e passaggio di ruolo.

Se in sede di contrattazione non vengono stabilite deroghe a quanto disciplinato dalla legge 107, anche i docenti che chiedono passaggio di ruolo, quindi, saranno coinvolti negli ambiti territoriali.

Sembra, però, che nell’ultimo incontro con i sindacati il MIUR abbia dimostrato una certa apertura e disponibilità per consentire una mobilità con le vecchie regole ai docenti già in ruolo prima della legge 107, quindi mobilità su scuola e non su ambito territoriale  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-miur-disponibile-trasferimento-scuola-e-non-ambito-nella-provincia-forse-domanda-interp

Ovviamente sarà necessario verificare se questa disponibilità troverà conferma nell’ipotesi di contratto che dovrà essere definito per la mobilità 2016/17

La tua situazione, però, richiede specifici chiarimenti da parte del MIUR, in quanto con il passaggio di ruolo da sostegno I grado a sostegno II grado, fino al corrente anno scolastico si acquisiva titolarità sulla DOS, quindi in provincia, mentre gli ambiti territoriali, in base al comma 66 sopra citato dovranno avere ampiezza inferiore alla provincia o alla città metropolitana.

Il MIUR ha, inoltre, stabilito le Linee Guida sugli ambiti territoriali sui quali saranno disposti i trasferimenti del personale docente a partire dall’a.s. 2016/17, come indicato nell’articolo pubblicato da OrizzonteScuola   http://www.orizzontescuola.it/news/ambiti-territoriali-ruoli-e-mobilit-201617-ecco-come-saranno-formati-linee-guida-del-miur

Gli stessi docenti DOS sarebbero, inoltre, destinatari di importanti novità concernenti la loro titolarità che in seguito alla mobilità 2016/17 potrebbe essere su specifica scuola e non più sulla provincia (Dotazione Organica Sostegno), come indicato nelle fasi ipotizzate dal MIUR per la mobilità 2016/17  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-2016-miur-prevede-3-fasi-scuola-0-e-nazionale-assunti-fino-al-2014-neoimmessi-fasi-b-e

e come ulteriormente sottolineato nell’articolo di OrizzonteScuola  http://www.orizzontescuola.it/news/docenti-sostegno-dos-miur-propone-loro-titolarit-scuola-e-non-ambito-territoriale

Per avere risposta certa al tuo quesito è necessario, quindi, aspettare gli esiti della contrattazione nazionale sulla mobilità, in corso tra sindacati e MIUR, che porterà alla stesura e pubblicazione del CCNI 2016/17 dove regole e criteri dovranno essere esplicitati esaurientemente

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads