Pagamento delle vacanze o solo conferma della supplenza?

Beniamino – Salve sono Irene docente scuola dell infanzia precaria,ho lavorato dal 21/09 al23/12giorno di sospensione delle lezioni , mi hanno riconfermato dal 07/01 al 29/01 ma la scuola dice Che non mi spetta il pagamento delle vacanze perche’ la titolare é’ rientrata in servizio Durante le vacanze.io non ho Diritto alla continuita’ del servizio e del pagamento delle vacanze? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Beniamino,

l’art. 40 comma 3 del CCN/2007 prevede che qualora il titolare si assenti in un’unica soluzione a decorrere da data anteriore di almeno 7 giorni dall’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a 7 giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato nei riguardi del supplente temporaneo venga costituito per l’intera durata dell’assenza, includendovi, quindi, anche il periodo sospensivo delle lezioni.

L’ARAN ha, poi, successivamente chiarito che la fattispecie si realizza a prescindere da come siano avvenute le modalità di assenza del titolare e cioè sia con unica richiesta di assenza o con più richieste presentate in successione.

Se quindi il titolare docente, yyy, è stato assente fino al 23.12, ultimo giorno di lezione prima delle vacanze natalizie, in servizio durante le vacanze, ovvero fino al 6.1, e poi di nuovo assente per malattia dal 7.1 in poi, al supplente non spetta il pagamento delle vacanze ma soltanto la conferma del contratto per continuità didattica.

Questo perché la disposizione contrattuale considera come assenza unica quella che si protrae almeno dal settimo giorno antecedente l’inizio del periodo di sospensione didattica e fino al settimo giorno successivo alla fine del periodo di sospensione; invece il docente titolare è risultato in servizio durante le vacanze natalizie, non assente.

Affinché infatti si possa applicare l’art citato anche più periodi di assenze (ad esempio diversi certificati medici), pure imputabili a cause diverse (ferie e malattia), vanno considerati ai fini del computo del periodo di sospensione delle lezioni nel contratto di lavoro dei supplenti, a condizione però che si tratti di un’assenza continuativa che copra anche il periodo di sospensione delle lezioni, ciò che nel caso di specie non si verifica.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads