Le regole per la mobilità 2016/17 potranno essere valide anche per i successivi anni scolastici?

Francesca – Gentili esperti di OS, sono una docente di ruolo dall’anno 2013. Ho letto con interesse l’interessante articolo “Mobilità 2016. Le novità sui trasferimenti: il punto sulle 3 fasi” pubblicato in data 30 dicembre. Stando alle novità indicate nell’articolo, la I fase darebbe la possibilità “anche ai docenti assunti nella stessa provincia dal 2014 a ritroso di avere la titolarità nelle singole scuole e non solo negli ambiti territoriali. […]

La prima fase da questo punto di vista rimarrebbe invariata”. Ecco il chiarimento che Vi chiedo: questa apertura del Miur a permettere il trasferimento su singola scuola (e non su ambito territoriale) per i docenti di ruolo entro il 2014 all’interno della stessa provincia di assunzione a t. i. sarebbe valida esclusivamente per il prossimo anno scolastico 2016-2017? Oppure, una volta approvata ufficialmente dal Miur, sarebbe valida per tutti gli anni scolastici a venire a partire appunto dall’a.s. 2016-2017? In attesa di una risposta Vi ringrazio per rendere quotidianamente così “prezioso” per tutti noi docenti il sito OS.

Giovanna Onnis – Gentilissima Francesca,

il contratto sulla mobilità è annuale e conseguentemente la contrattazione tra sindacati e MIUR si verifica ogni anno scolastico e dagli esiti degli incontri si arriva alla definizione del CCNI.

Questo determina regole e criteri per la mobilità che potrebbero cambiare da un anno scolastico all’altro.

Quanto dici, in relazione alla possibilità, per i docenti immessi in ruolo entro l’anno scolastico 2014/15, di partecipare alla mobilità 2016/17 con le vecchie regole cioè su scuola e non su ambito territoriale, rappresenta per ora solo una disponibilità teorica espressa dal MIUR nell’incontro con i sindacati del 28 dicembre.

http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-miur-disponibile-trasferimento-scuola-e-non-ambito-nella-provincia-forse-domanda-interp

Per essere regola da applicare per la mobilità 2016/17 deve essere confermata nei prossimi incontri ed esplicitata chiaramente nel CCNI 2016/17.

Se questa disposizione verrà confermata, la sua validità per il prossimo anno scolastico non potrà, però, fornire garanzie per gli anni scolastici successivi, per i quali dovrà essere predisposto un nuovo contratto in seguito a nuova contrattazione

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads