Docente soprannumerario, trasferimento d’ufficio e nuova titolarità: non è obbligato a presentare domanda condizionata

Antonia – Sono una docente di lettere A/051 dichiarata soprannumeraria per il corrente anno scolastico e trasferita d’ufficio nel mio comune di residenza. Vorrei sapere se per l’a.s 2016/17 sono obbligata a produrre domanda di trasferimento condizionata oppure se, considerando il trasferimento d’ufficio nel mio comune di residenza, posso anche non produrre alcuna domanda e se, in tal caso, avrei diritto a rimanere su questa stessa sede.

Giovanna Onnis – Gentilissima Antonia,

il docente soprannumerario trasferito d’ufficio in un’altra scuola acquisisce titolarità nella nuova scuola e se vuole usufruire del diritto a rientrare con precedenza nella scuola di ex-titolarità deve presentare ogni anno, per un ottennio, domanda condizionata per il rientro nella scuola.

Chiaramente non è obbligato a presentare questa richiesta se non vuole ritornare nella scuola di precedente titolarità, come mi sembra di capire sia il tuo caso.

Quindi , se la scuola nella quale sei stata trasferita d’ufficio, dove hai la tua nuova titolarità, non ti dispiace e non ti interessa riacquistare la titolarità nella sede dove sei stata dichiarata soprannumeraria, non devi presentare alcuna domanda.

Non sei obbligata, infatti, a presentare domanda condizionata, ma devi essere consapevole del fatto che non presentandola perdi il diritto a rientrare nella scuola con precedenza nel caso si ricostituisse la cattedra e perdi tutti il punteggio di continuità maturato nella scuola.

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads