Movimento da sostegno a materia nello stesso grado di istruzione: è un trasferimento e non prevede l’anno di prova

Emanuela – Quest’anno sono passata dal sostegno alla mia materia sempre alle medie dopo cinque anni. La mia DS sostiene che dovrei ripetere l’anno di prova con le stesse modalità dei neo immessi in ruolo, mentre al sindacato mi dicono che dovrei fare eventualmente una relazione finale e passare dal comitato di valutazione senza però ripetere la formazione on line ed il resto. Grazie per la cortese risposta

Giovanna Onnis – Gentilissima Emanuela,

il movimento ottenuto da sostegno a materia nello stesso grado di istruzione (scuola Secondaria I grado) è un normale trasferimento e, come tale, non comporta nessun obbligo da parte tua per quanto riguarda l’anno di prova e formazione.

La nuova disposizione inserita nel DM 850/2015 prevede, infatti, che dovranno svolgere l’anno di prova e formazione nella sua interezza, oltre ai docenti neo-immessi in ruolo, anche coloro che hanno ottenuto il passaggio di ruolo, mentre nulla è cambiato per i passaggi di cattedra e i trasferimenti.

Quindi sbaglia la DS, ma sbagliano anche i sindacati proprio perché in seguito a trasferimento non sei tenuta ad effettuare né l’anno di formazione con tutto ciò che comporta né il periodo di prova (180 giorni), in quanto per questo movimento rimane valida la “vecchia” normativa (Circolare del 27 marzo 1980, n. 88)

 

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads