Supplenze: non è possibile lasciare una supplenza al 30/6

Ambra – Salve, al momento sono impiegata in una supplenza sul sostegno fino al 30/06. Ho preso servizio il 7 Gennaio e faccio 18 ore, presso una scuola media. Oggi mi è arrivata una convocazione sulla fase C per la mia classe di concorso dalle scuole superiori, per 16 ore sempre fino al 30/06. I sindacati mi hanno detto che posso lasciare il mio attuale incarico per una supplenza della stessa durata ma che arriva da una scuola di ordine superiore. Confermate?

Paolo Pizzo – Gentilissima Ambra,

ciò che ti hanno detto i sindacati è errato e non supportato da normativa.

L’unica norma infatti a cui fare riferimento è il Dm 131/07 ovvero l’attuale Regolamento delle supplenze.

L’art 8 comma 2  dispone che “Il personale che non sia già in servizio per supplenze di durata sino al termine delle lezioni od oltre ha facoltà, nel periodo dell’anno scolastico che va fino al 30 di aprile, di risolvere anticipatamente il proprio rapporto di lavoro per accettarne un altro di durata sino al termine delle lezioni od oltre.”

Pertanto, basta rilevare la durata del primo incarico (indipendentemente dal grado o ordine di scuola) che è al 30/6, per capire che non potrai lasciare più tale supplenza per qualunque altra che ti sarà offerta.

Dico di più. La scuola nel momento in cui procede con la convocazione degli aspiranti, deve automaticamente escludere quelli che non possono accettare la supplenza. Tra questi rientrano, ai sensi del comma citato, i docenti già impegnati con un contratto fino ad almeno il termine delle lezioni (fermo restando la possibilità di completamento se impegnati ad orario parziale).

Posted on by nella categoria Senza categoria
Versione stampabile
ads ads