Mobilità 2016/17: probabile conferma delle precedenze valide nel corrente anno scolastico

Ira – Sono docente di inglese di ruolo dal 2005 in scuola superiore di II grado, titolare di 104. Il mio dubbio è il seguente: vorrei chiedere il trasferimento per avvicinarmi alla città di residenza dove abito con mio figlio, diversamente abile. Esiste ancora per quest’anno la priorità per i titolari di 104? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Ira,

nella legge 107 non vengono prese in considerazione le precedenze valutabili per la mobilità 2016/17 e l’unica menzionata, nel comma 79, per l’attribuzione dell’incarico triennale da parte del DS è la precedenza per disabilità personale secondo l’art.21 e l’art.33 comma 6 della legge 104/92.

Quindi le precedenze per la prossima mobilità devono essere ancora ufficializzate, ma dalle anticipazioni fornite da OrizzonteScuola si evidenzia la volontà del MIUR di confermare le precedenze previste nel corrente anno scolastico così come indicate nell’art.7 del CCNI.

In base a questo, rimanendo comunque in attesa della pubblicazione del CCNI 2016/17 per avere un riscontro positivo e confermativo, per il prossimo anno scolastico potrai usufruire, per il trasferimento, della precedenza legata alla legge 104/92 per assistenza a tuo figlio disabile con art.3 comma 3, a condizione che tu chieda come prima preferenza il comune di residenza di tuo figlio o distretto sub comunale in caso di comuni con più distretti.

Tale precedenza permane anche nel caso in cui, prima del predetto comune o distretto sub comunale, siano indicate una o più istituzioni scolastiche comprese in esso. In assenza di scuole richiedibili nel comune di residenza è obbligatorio indicare il comune viciniore a quello del domicilio dell’assistito con scuole richiedibili

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads