Docente in ruolo dall’a.s. 1995/96 e trasferimento provinciale intercomunale per l’a.s. 2016/17: rientrerebbe nella II fase dei movimenti

Roberta – Sono un’insegnante di scuola primaria di ruolo dal 1995-96. L’anno scorso ho chiesto e ottenuto un trasferimento, ma quest’anno per motivi personali avrei la necessità di chiederlo nuovamente in altro comune della stessa provincia. Se fossero confermate le ipotesi sulle fasi, potrei richiedere trasferimento su scuola e non su ambiti? Questa possibilità riguarderebbe anche i movimenti volontari o solo casi particolari (soprannumerari, perdenti posto,…). E se non dovessi ottenerlo, andrei negli ambiti o rimarrei nella scuola in cui sto lavorando? Grazie mille

Giovanna Onnis – Gentilissima Ilaria,

se fosse confermata l’ipotesi delle 4 fasi della mobilità, come anticipato da OrizzonteScuola, per il prossimo anno scolastico potresti chiedere trasferimento provinciale su scuola e non su ambito territoriale.

Il tuo movimento, in base alle fasi prospettate dal MIUR rientrerebbe nella II fase (intercomunale) che dovrebbe interessare, oltre ai docenti assunti in fase 0 e in fase A e ai docenti D.O.S., anche i docenti, come te, immessi in ruolo prima delle legge 107 che chiedono trasferimento volontario in comuni diversi da quello di titolarità, ma ubicati nella provincia di titolarità.

Il docente che non ottiene trasferimento in seguito a domanda volontaria non sarà coinvolto negli ambiti territoriali e rimarrà nella scuola di titolarità.

Rimaniamo, comunque, in attesa di conferme definitive che potranno arrivare solo in seguito alla conclusione delle trattative in corso tra sindacati e MIUR, con la conseguente pubblicazione del CCNI 2016/17.

Il prossimo incontro è previsto per il 21 gennaio

http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-incontro-decisivo-al-miur-21-gennaio

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads