Pensione di vecchia e anticipata

Lorena  – Gentile Lalla, sono un’insegnante PRECARIA della scuola primaria nata il10.12.19541 anni compiuti e circa 43 anni di servizio circa compresi i periodi di disoccupazione della scuola (3 mesi all’anno per un totale di circa tre anni). Avendo compiuto 61 anni con 43 anni di servizio , posso inoltrare la domanda di pensione anticipata dal 1 settembre 2016 che richiede per le donne 41 anni e sei mesi. Il problema è che avendo quasi 30 anni di INPS per aver svolto un’attività in proprio, attualmente la ricongiunzione INPS e INPDap è ancora onerosa, pur essendo da qualche anno un ente unico,; in effetti 4 anni fa inoltrai la domanda di ricongiunzione per sapere quanto dovevo pagare ma la domanda è inevasa anzi, pare essere smarrita nonostante i solleciti ripetuti. Anche la successiva domanda di totalizzazione gratuita, per cui occorrono 40 anni effettivi di contributi, quindi esclusa la disoccupazione, non ha avuto risposta. Ora io le chiedo urgentemente, vista la scadenza immediata del 22 gennaio, posso faqre la domanda ugualmente anche senza aver avuto la totalizzazione o la ricongiunzione, ovvero pò procedere d’ufficio l’INPS a seguito della mia domanda ad effettuarla? La seconda domanda è: sono entrata su istanze on line per visualizzare la domanda ma mi dice che non sono abilitato a farla. Deve essere la mia segreteria presso cui lavoro quest’anno ad inoltrarlo?Spero di essere stata chiara e le chiedo cortesemente una risposta sollecita, vista l’imminente scadenza.Grazie

FP – Gentile Lorena,

in primis le segnalo i requisiti per il pensionamento previsti dalla L. 214/2011, per i prossimi anni:

1) per la pensione di vecchiaia legata all’età: dal 2016 al 2018 – 66 anni e 7 mesi.

2) per la pensione anticipata per le donne, legata all’anzianità di servizio: dal 2016 al 2018 –  41 anni e 10 mesi;

dal 2019 al 2020 – 42 anni e 2 mesi. I requisiti dal 2019 sono previsionali e pertanto potrebbero subire delle variaizoni.

Pertanto, considerata la sua totale anzianità contributiva (43 anni presumo al 31/8/2016), indipendentemente dalla risposta che purtroppo non è ancora arrivata dall’istituto di previdenza, può fare domanda di pensionamento.

Ci tengo a precisare, che si da per scontato che abbia presentato regolare istanza di ricongiunzione.

Mi permetto, tra l’altro, di segnalarle, che considerata la suddetta anzianità, potrebbe rientrare anche nella casistica di pensionamento forzato per raggiunti limiti di anzianità di servizio.

In merito le evidenzio parte della circolare MIUR 40816 del 21/12/2015 (circolare sulle pensioni):

“…..Tale facoltà può essere esercitata, con preavviso di sei mesi, anche nei confronti del personale con qualifica dirigenziale, con decisione motivata, esplicitando i criteri di scelta e senza pregiudizio per la funzionale erogazione dei servizi:

– al compimento, entro il 31 agosto 2016, dell’ anzianità contributiva di 41 anni e 10 mesi per le donne o 42 anni e 10 mesi per gli uomini.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads