Ricovero ospedaliero e convalescenza: periodo di comporto e retribuzione

Gennaro – salve. personale ata. so che i giorni di ricovero ospedaliero non rientrano nel computo dei nove mesi per la riduzione di stipendio. visto che ho subito un intervento chirurgico (asportazione della coliciste) la convalescenza rientra nel computo dei nove mesi con riduzione di stipendio?

Paolo Pizzo – Gentilissimo Gennaro,

i casi di ricovero ospedaliero e di convalescenza sono entrambi ricompresi nel computo del periodo di comporto, mentre sono oggetto di una specifica disciplina, di maggior favore, sotto il profilo della retribuzione da corrispondere al dipendente nell’ambito dei primi 18 mesi di assenza. Infatti, il CCNL/2007, all’art 17, dispone che nell’ambito di tale periodo per le malattie superiori a 15 gg. lavorativi o in caso di ricovero ospedaliero e per il successivo periodo di convalescenza post-ricovero, al dipendente compete anche ogni trattamento economico accessorio a carattere fisso e continuativo.

Giova inoltre ricordare che il ricovero ospedaliero, in strutture pubbliche o private, e l’eventuale periodo di convalescenza post ricovero debitamente certificata, rientrante sempre nel periodo di comporto, non subisce la decurtazione “Brunetta” e, se la convalescenza è ordinata direttamente dalla struttura, deve essere esente dalla visita fiscale.

 

Posted on by nella categoria Assenze
Versione stampabile
ads ads