Congedo straordinario e fruizione entro 60 giorni dalla richiesta

Maria Antonietta – sono una docente assunta in ruolo in fase B fuori regione. Fino al 21 febbraio sarò in astensione obbligatoria per maternità. Successivamente, invece del congedo parentale, vorrei usufruire del congedo biennale per assistere il mio secondogenito a cui è stato riconosciuto l’art. 3 comma 3 della legge 104. Posso far cominciare tale congedo dal 22 oppure devo necessariamente instaurare prima il rapporto di lavoro (cosa che non è ancora avvenuta in quest’anno scolastico perché sono stata in interdizione prima e poi in maternità)? E quanto tempo prima devo inviare la richiesta alla mia scuola? Spero vivamente di ricevere un Vostro riscontro e ringraziandoVi per l’attenzione accordatami porgo cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Maria Antonietta,

il congedo in questione può essere richiesto solo dopo aver preso servizio e anche contestualmente.

Se è vero infatti che si tratta di un diritto potestativo che non può essere negato (valutati ovviamente la validità dei requisiti), ricordiamo che la legge dispone che il datore di lavoro ha 60 gg di tempo per concederlo.

L’art 42 comma 5 del t.u. 151/2001, come novellato dal Decreto Legislativo 18 luglio 2011, n. 119, stabilisce infatti che  il congedo può essere fruito entro sessanta giorni dalla richiesta…

Il diritto scaturisce dopo aver assunto servizio.

 

Posted on by nella categoria Assenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads