Corso di studio all’estero pagato con bonus mi esonera dagli Esami di Stato?

Adele – Insegnante di Inglese di liceo, posso usufruire del bonus per frequentare un corso di lingue in una qualsiasi scuola all’estero, non necessariamente finalizzato alla certificazione e quindi non presso enti culturali,, e se si’, posso farlo dopo gli scrutini, esonerandomi dagli esami di stato?

risposta – gent.ma Adele, partiamo dall’esonero dagli esami di stato. Nella normativa annualmente pubblicata dal Miur non ci risulta che la partecipazione ad un corso all’estero sia motivo per poter essere esonerati dagli esami di stato, qualora si sia ricevuta la nomina.

Per quanto riguarda l’utilizzo del bonus, esso deve rimanere in quelle che sono le indicazioni della legge e del decreto del 15 ottobre 2015.

Affinchè la rendicontazione sia considerata valida, in questo caso, bisogna seguire la FAQ n. 8

"8. Posso usare il bonus o parte di esso per un corso per lo studio di una lingua straniera all’estero?

Sì, purché il corso venga erogato da uno dei soggetti di per sé qualificati per la formazione nella scuola, ovvero dagli “Enti culturali rappresentanti i Paesi membri dell’Unione Europea, le cui lingue siano incluse nei curricoli scolastici italiani”, ai sensi della Direttiva del Miur 90/2003, art. 1, comma 2. "

ossia non conta la certificazione, ma che il corso sia svolto presso uno degli enti indicati dal Ministero.

Le FAQ

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads