Non si perde la titolarità se la domanda di trasferimento non viene soddisfatta

Stefania – Sono insegnante di sostegno di Scuola Superiore di II grado e di ruolo dal 2010. Avendo superato il quinquennio vorrei presentare domanda di trasferimento per insegnare nella mia materia. Mi chiedo se facendo tale domanda e qualora non vi fossero comunque posti disponibili, perda la titolarità nell’attuale scuola? Grazie dell’attenzione

Giovanna Onnis – Gentilissima Stefania,

la domanda di trasferimento determina una nuova titolarità solo se viene soddisfatta e conseguentemente si ottiene il movimento richiesto.

Il solo fatto di presentare domanda, se questa non venisse accolta, non ha mai fatto perdere la titolarità nella scuola di appartenenza e non credo proprio che questo possa verificarsi per il prossimo anno scolastico.

Avendo superato il vincolo quinquennale sul sostegno (per il cui conteggio puoi considerare anche l’anno scolastico in corso),  per il prossimo anno scolastico 2016/17 puoi sicuramente presentare domanda di trasferimento su materia che, se provinciale, rientrerebbe nella II fase tra le quattro fasi prospettate dal MIUR, e se non ottieni quanto richiesto manterrai, quindi, l’attuale titolarità senza nessuna conseguenza

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads