Domanda di passaggio di ruolo 2016/17 e titolarità : sarà in un ambito territoriale se si ottiene il passaggio altrimenti nessun cambiamento

M. Carmela – Sono un’insegnante di scuola Secondaria di primo grado. Insegno Materie letterarie nella stessa scuola da circa 12 anni. Sono abilitata all’insegnamento della stessa disciplina nella secondaria di secondo grado (ho rinunciato al ruolo tre anni fa per motivi familiari). Quest’anno vorrei chiedere il passaggio di ruolo nella Secondaria di secondo grado. Se non dovessero liberarsi dei posti nella scuola in cui presenterò domanda non cambia nulla o rischio di finire negli ambiti territoriali? Mi conviene forse aspettare? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima M. Carmela, non hai motivo di preoccuparti , la domanda di mobilità, qualunque essa sia, territoriale o professionale, non determina la modifica della titolarità solo per il semplice fatto di presentarla.

La modifica della titolarità si avrà solo se la domanda verrà accolta, altrimenti, se non si ottiene il movimento richiesto, si rimane titolari nella stessa scuola senza nessuna conseguenza .

Ti faccio presente che, in base alle nuove disposizioni stabilite nella legge 107 e ribadite in sede di contrattazione tra sindacati e MIUR, il passaggio di ruolo sarà negli ambiti territoriali, quindi determinerebbe titolarità in un ambito e non più in una specifica scuola, e rientrerebbe nella III fase dei movimenti, come prospettato dal MIUR e anticipato da OrizzonteScuola

http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-si-prospettano-4-fasi-anticipazioni-orizzonte-scuola

Posted on by nella categoria Riforme
Versione stampabile
ads ads