Laureata in lettere assunta per supplenza potenziamento nella scuola primaria

Laura – Sono una laureata in Lettere a livello magistrale non ancora abilitata, dovrei fare il TFA; ho ottenuto una contratto per il potenziamento presso una scuola primaria e seguo anche due classi (avevano esaurito le graduatorie dei laureati in Scienze della Formazione). Devo dire che mi trovo bene e vorrei risolvere due dubbi:

– Se volessi abilitarmi per poter insegnare presso le scuole primarie come dovrei procedere? Conseguire una seconda laurea in Scienze della Formazione (sperando che considerino validi alcuni esami della mia magistrale a indirizzo filologico-didattico)?

– Il mio contratto finisce il 30 giugno: c’è qualche speranza che mi richiamino a settembre (e magari me lo facciano sapere prima della fine dell’anno scolastico) o saranno tenuti a far scorrere di nuovo le graduatorie delle primarie?

risposta – gent.ma Laura, noi troviamo fuori luogo il tuo contratto, se il Dirigente non ha esperito tutti i tentativi per trovare un supplente che avesse il titolo per insegnare alla primaria. Avremmo potuto comprendere un contratto fino all’avente diritto, per non lasciare scoperte le classi, fino a reperimento del personale adatto. Ci risulta difficile infatti credere che se il Dirigente avesse pubblicato apposito avviso (tramite l’Ufficio Scolastico, la stampa – compreso OrizzonteScuola – non si fosse riusciti a trovare un insegnante con il titolo disposto a coprire un posto di potenziamento fino al 30 giugno).

Pur non mettendo in discussione la tua bravura infatti, tu non hai titolo ad insegnare nella scuola prirmaria e il titolo – a nostro parere – non deve essere considerato "se c’è meglio, altrimenti niente".

In ogni caso non conosciamo come si sono svolti gli eventi, anche se non tutto ci convince.

I titoli utili per insegnare nelle scuole primarie sono

– diploma magistrale conseguito entro l’a..s 2001/02

– laurea in Scienze della formazione primaria LM85bis, a ciclo unico quinquennale.

Per quanto riguarda la possibilità di essere riassunta a settembre, la risposta è negativa, per i motivi espressi in premessa. Tra l’altro il posto, prima di essere assegnato a supplenza, sarà disponibile per la mobilità dei docenti di ruolo e per le immissioni in ruolo. La supplenza potrebbe anche non essere più necessaria e sul posto trovare impiego un docente in possesso di titolo.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads