Graduatorie III fascia ATA: la convalida del punteggio e istanza di reclamo

Giovanni – Salve, scrivo per sapere come comportarmi. Mia sorella ha cominciato per la prima volta una supplenza venerdi 15 gennaio all’istituto comprensivo di Opera(Mi) come collaboratore scolastico; e da contratto la supplenza dovrebbe finire il 22 /01/16.

Oggi , una segretaria, le ha comunicato che il suo punteggio è sbagliato e da domani sarà licenziata. L’errore è stato probabilmente “pilota” Bertarelli di Milano in quanto nella graduatoria mia sorella ha un punteggio di 10.9 invece nella domandina fatta dal sindacato ha un punteggio di 10.4 . Come dobbiamo comportarci?

Non credo sia corretto far spendere tanti soldi in spostamenti vari ad una ragazza per poi licenziarla dopo aver firmato un contratto .

Grazie

Distinti saluti

di Giovanni Calandrino – Gentile Giovanni, in riferimento al comma 5 dell’art. 7 del D.M. 717/2014, si evince che: All’atto del primo rapporto di lavoro stipulato in applicazione del presente decreto, i predetti controlli sono tempestivamente effettuati dal dirigente scolastico che conferisce la supplenza temporanea disposta sulla base della terza fascia della graduatoria di circolo o d’istituto della stessa istituzione scolastica e devono riguardare il complesso delle situazioni dichiarate dall’aspirante, per tutte le graduatorie in cui il medesimo è risultato incluso.

In caso di mancata convalida dei dati il dirigente scolastico, nella cui istituzione scolastica si verifica la fattispecie di cui al comma precedente, assume le conseguenti determinazioni, sia ai fini dell’eventuale responsabilità penale, di cui all’art. 76 del d.P.R. n. 445 del 2000, sia ai fini delle esclusioni di cui al successivo articolo 8, ovvero ai fini della rideterminazione dei punteggi, della corrispondenza titoli/aree di laboratori limitatamente al profilo di assistente tecnico e delle posizioni assegnate al candidato nelle graduatorie di circolo e di istituto, dandone conseguente comunicazione al candidato e contestualmente alle istituzioni scolastiche scelte nel modello D3.

Pertanto per i motivi sopra enunciati, il servizio svolto non avrà riconoscimento giuridico, inoltre nel quesito mi esprime un incongruenza di punteggio, in quel caso avrebbe dovuto produrre istanza di reclamo entro i termini previsti dal bando.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads