Trasferimento interprovinciale 2016/17: si prospetta titolarità su scuola se il docente viene trasferito (in II fase) nel primo ambito richiesto

Anna – Sono un’insegnante di scuola primaria leggendo alcune notizie sulla
mobilità mi pare di capire che si è arrivati ad un accordo quindi dovendo chiedere trasferimento in un provincia del Nord diversamente dalla mia posso indicare la o le scuole di preferenza. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna,

rimanendo sull’ipotetico in quanto per la risposta certa bisogna aspettare conferme definitive che potremo avere solo dopo la pubblicazione del CCNI 2016/17, sembra che quanto dici sia possibile solo parzialmente nel senso che potrebbe essere così solo per il primo ambito richiesto, ma non per quelli successivi inseriti nelle preferenze.

Sembra, infatti, che per la mobilità interprovinciale i docenti assunti entro l’a.s. 2014/15 dovranno esprimere preferenze negli ambiti territoriali e se fossero accontentati nella prima preferenza, cioè trasferimento nel primo ambito richiesto, avrebbero garanzia di acquisire titolarità in una delle scuole facenti parte dell’ambito.

Si acquisirebbe, invece, titolarità su un ambito territoriale e non su scuola nel caso di trasferimento in una qualsiasi delle altre preferenze inserite nella domanda successivamente alla prima

http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-anche-passaggi-ruolo-e-cattedra-scuola-novit-delle-4-fasi-stato-della-trattativa

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads