Raggiungimento del requisito per la pensione anticipata

Giuseppe – Gent.mi consulenti di orizzonta scuola, vorrei informazioni sulla possibilità di pensionamento per me più vicina e vantaggiosa. Nato il 08/11/1955, docente di Scienze Motorie Scuola Secondaria di secondo grado. In ruolo con decorrenza giuridica dal 01/09/84. Riconoscimento pre-ruolo e università di 8 anni. Con l’anno in corso secondo i miei calcoli sino al 31/08/2016 maturo 40 anni di anzianità ( inclusi gli anni del corso di studio universitario). Ho riscattato (totalizzazione) 1anno di contributi di lavoro all’estero A Dicembre 2014 a causa di una coronopatia ostruttiva critica plurivasale sono stato sottoposto a un intervento chirurgico di rivascolarizzazione miocardica. A marzo 2015 dalla apposita Commissione medica operante presso l’Azienda ASL di residenza mi è stata riconosciuta un’invalidità pari al 67%. Vorrei andare in pensione in quanto, essendo insegnante di Scienze Motorie ed essendo la mia salute compromessa,non sono in buone condizione fisica per svolgere la mia professione. Le chiedo quando potrò andare in pensione anticipata, e se è’ necessario che faccia domanda anticipata o sarà il Miur ad invitarmi a produrre i documenti? Ringrazio anticipatamente per la Vs. cortese disponibilità.

FP – Gentile Giuseppe,

considerata la sua età anagrafica e la sua anzianità contributiva, (prendendo come dato utile: 40 anni al 31/8/16), la prima possibilità di “uscita” secondo quanto previsto dalla L. 214/2011 (Riforma Fornero) è data dal raggiungimento del requisito per la pensione anticipata.

Di seguito le indico i requisiti previsti per la pensione anticipata per gli uomini, per i prossimi anni:
dal 2016 al 208 42 anni e 10 mesi.

Per effetto dei suddetti requisiti maura il diritto al pensionamento anticipato nel 2019.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads