Mobilità ed esigenze di famiglia: se la nascita del figlio è successiva alla scadenza della domanda non spetta nessun punteggio

Rosella – Il mio primo figlio dovrebbe nascere tra aprile e maggio. Nella domanda di mobilità (che di solito ha scadenza marzo) è quindi impossibile far valere punteggio per il bambino? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Rosella,

tra le esigenze di famiglia valutate nel trasferimento sono sempre stati considerati i figli minori e come ipotizzato nell’articolo pubblicato da OrizzonteScuola non ci sono motivi che possano impedire questa valutazione anche per il prossimo anno scolastico.

Quindi per i figli minori spetta al docente un punteggio aggiuntivo diversificato in base all’età dei figli

Nel tuo caso sarà importante la data di scadenza della presentazione della domanda in quanto potrai far valere il punteggio per il figlio solo se la nascita sarà anteriore alla scadenza della domanda, in caso contrario potrai far valere il punteggio per la mobilità annuale 2016/17 o per la mobilità 2017/18

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads