Docente di ruolo e aspettativa per lavorare presso una scuola svizzera

Raffaella  – Buongiorno, lavoro nella scuola primaria dal 2001, prima come supplente e poi da  settembre 2012 come insegnante di ruolo. Nel 2013 ho superato l’anno di prova. Io e mio marito viviamo in Svizzera, ma io lavoro in Italia in una scuola in provincia di Como. Mi hanno offerto la possibilità di lavorare presso una scuola parificata in Svizzera, a partire da settembre 2016.Posso chiedere un anno di aspettativa in Italia per poter andare a lavorare in Svizzera? E se sì, che tipo di aspettativa posso richiedere? E per quanti anni? Grazie per la vostra disponibilità. Cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Raffaella,

puoi fruire delll’aspettativa per motivi di lavoro o per superare un periodo di prova espressamente prevista dal CCNL comparto Scuola di cui all’art. 18/3:

“Il dipendente è collocato in aspettativa, a domanda, per un anno scolastico senza assegni per realizzare, l’esperienza di una diversa attività lavorativa o per superare un periodo di prova”.

L’attuale norma ha modificato in parte l’art. 18/3 rispetto al precedente CCNL (2003), omettendo le parole “nell’ambito di altro comparto della P.A.”.

Pertanto, la nuova norma offre al dipendente la possibilità di stipulare un altro contratto di lavoro presso altra amministrazione pubblica o ente pubblico o presso soggetti privati.

Nell’ultimo caso è bene che il dipendente esibisca una certificazione che attesti la nuova esperienza lavorativa.

 

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads