Trasferimento interprovinciale e precedenza legge 104/92 per assistenza figlia disabile: prima preferenza su ambito territoriale dove rientra comune residenza disabile

Paola – Sono un’insegnante di ruolo dal 1984, residente in provincia X con una figlia disabile in condizioni di gravità , scuola di titolarità in provincia Y lontana circa 60 km dalla mia residenza.
Nella domanda di mobilità devo inserire prima l’ambito territoriale dove risiedo con mia figlia e quindi chiedo la mobilità interprovinciale indicando l’unica scuola presente nel mio comune, oppure devo indicare prima l’ambito della provincia dove sono titolare e scegliere le scuole più vicine a casa? Se devo far valere la precedenza per l’assistenza alla figlia devo necessariamente partecipare alla mobilità interprovinciale ma se non andasse a buon fine quella del comune dove abito, rischierei di avere una nuova titolarità in scuole più lontane da casa ….. Vi ringrazio in anticipo se mi chiarite un po’ le idee.

Giovanna Onnis – Gentilissima Paola,

per usufruire della precedenza legata alla legge 104 per assistere tua figlia disabile con art.3 comma 3, devi obbligatoriamente inserire come prima preferenza l’ambito territoriale in cui è inserito il comune di residenza di tua figlia, inserendo poi come ordine di scelta delle scuole dell’ambito, le istituzioni scolastiche ubicate nel comune che ti interessa.

Se non inserisci questo ambito come prima preferenza, la tua domanda verrà ugualmente presa in considerazione, ma senza nessun diritto di precedenza.

Per maggiori dettagli ti invito a leggere l’ebook di Paolo Pizzo pubblicato da OrizzonteScuola

Il timore che esprimi, purtroppo,  potrebbe essere fondato nel momento in cui non ottenendo il trasferimento nella scuola del tuo comune, potresti essere trasferita in una qualsiasi delle scuole facenti parte del primo ambito richiesto, anche se questa fosse più lontana dalla tua residenza rispetto alla tua attuale scuola di titolarità.

Ti consiglio, quindi, di indicare con un preciso ordine le scuole dell’ambito in modo tale da limitare al massimo gli eventuali disagi.

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads