ATA: le limitazioni alla mansione e visita collegiale

Giancarlo – Buongiorno, vi scrivo per mia moglie C.S. idonea anche al profilo di A.A. nel concorso fatto nel 2010 o 2011 non ricordo bene l’anno. A parte ciò il quesito che vorrei sottoporvi è questo con una precisazione.

Mia moglie ha subito un intervento alla spalla 1 anno fa ed oggi la spalla è di nuovo rotta. Giovedì prossimo il chirurgo proporrà il nuovo intervento.
Ora arrivo al quesito;
essendo idonea ad A.A ed inserita nella graduatoria III FASCIA c’è la possibilità di passaggio ad mansione superiore. Logicamente dopo essere riconosciuta non idonea al profilo di C.S. da commissione idonea.
Grazie dell’attenzione in attesa una vostra Risposta.
Mia moglie ha 56 anni, di ruolo dal 2008/2009 in servizio dall’ anno scolastico 2000/2001

di Giovanni Calandrino – Gentile Giancarlo, innanzitutto ricordiamo che l’ultima procedura selettiva per i passaggi del personale amministrativo tecnico ed ausiliario (a.t.a.) dall’area inferiore all’area immediatamente superiore, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della sequenza contrattuale 25 luglio 2008, è stata indetta il 3 dicembre 2009.

Si ricorda che le suddette graduatorie hanno avuto validità 2 anni, pertanto se sua moglie non è stata assunta all’epoca dei fatti, a oggi l’idoneità al profilo superiore non ha nessuno valore.
Mentre, l’essere inserita nelle graduatorie di circolo e di istituto di III Fascia Le da la possibilità di accettare eventuali proposte di supplenza annuali (aspettativa art. 59).
Pertanto, considerati i problemi di salute di sua moglie, la soluzione potrebbe essere la “limitazione alla mansione”.

Per avviare tale procedimento occorre produrre un apposita istanza. L’autorità competente nella fattispecie è la Commissione di Verifica del Ministero del Tesoro.

Si tratta quindi di essere sottoposti a una vera e propria visita collegiale. Accertamento che è mirato a valutare l’idoneità lavorativa del soggetto o l’idoneità lavorativa relativamente alla mansione.

L’organismo sanitario (C.M.V. Min. Tesoro) che effettua tale accertamento valuterà se il soggetto:

1. è idoneo alla mansione che effettua;
2. se o meno assegnare limitazioni alla mansione;
3. se far cambiare mansione al soggetto (non idoneo alla mansione, ma idoneo ad altre);
4. se il soggetto non è idoneo a qualsiasi attività lavorativa.

Considerata la complessità della procedura Le consiglio di farsi supportare da un sindacato.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads