Mobilità ATA 2016/2017: le preferenze esprimibili in domanda

Salve sono un’assistente amministrativa di ruolo dal 2010/2011 a Catanzaro quest’anno vorrei fare la domanda di trasferimento per Torino, volevo sapere se per quanto riguarda il personale ata è cambiato qualcosa rispetto allo scorso anno e soprattutto siccome ho necessita di arrivare volevo mettere oltre a qualche scuola specifica i vari distretti perchè se metto il codice meccanografico del comune o della la provincia rischio di essere sbattuta anche fuori torino. Mi spiegate per cortesia:

1)se scelgo i codici meccanografici dei distretti a cosa vado incontro e che differenza c’è tra distretto sub comunale e distretto inercomunale visto che nell’elenco dei codici non c’è questa differenza

2) posso scegliere più distretti anche di scuole di 1^ grado

In attesa di un Vs riscontro porgo Cordiali Saluti. Grazie mille

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, per quanto riguarda la mobilità 2016/2017 del personale ATA, restano sostanzialmente invariate le regole di mobilità precedenti e la bozza di CCNI presentata dall’Amministrazione ha subito solo una risistemazione, poiché il personale ATA è stato separato dal personale docente e quindi sono cadute le parti in comune.

Detto ciò si chiarisce che sono 15 il numero massimo di preferenze esprimibili nella domanda di trasferimento. Le preferenze possono essere del seguente tipo:

  1. scuola;
  2. distretto;
  3. comune;
  4. provincia;
  5. centro territoriale.

Le indicazioni di cui alle lettere b), c) e d) comportano che l’assegnazione può essere disposta indifferentemente per una qualsiasi delle scuole o istituzioni comprese, rispettivamente, nel distretto, nel comune, nella provincia, prendendo in esame prima le scuole primarie, poi le scuole secondarie di primo grado ed infine le scuole secondarie di secondo grado, compresi gli istituti d’arte, i licei artistici e le istituzioni educative statali secondo l’ordine dei rispettivi bollettini ufficiali. Qualora l’aspirante al trasferimento desideri che dette scuole siano prese in esame in ordine diverso da quello citato, ovvero che vengano escluse dall’esame le scuole di un certo tipo, deve compilare le apposite caselle del modulo domanda indicando l’ordine di trattazione dei vari tipi di scuola.

Nel caso una domanda sia soddisfatta mediante una preferenza sintetica, all’interessato viene assegnata la prima scuola o circolo con posto disponibile, secondo l’ordine risultante dall’elenco ufficiale, salvo che esistano altre scuole con posti disponibili nell’ambito della suddetta preferenza sintetica e la scuola che sarebbe stata assegnata secondo tale criterio sia stata richiesta da altro aspirante con punteggio inferiore mediante una indicazione di tipo più specifico. In tale ipotesi, poiché con la preferenza sintetica si richiedono indifferentemente tutte le scuole in essa comprese, la prima scuola con posto disponibile è assegnata all’interessato che l’ha richiesta con indicazione più specifica ed al personale che ha espresso la preferenza sintetica viene assegnata la successiva scuola con posto disponibile.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads