Precedenza per assistenza genitore disabile: è richiesto art.3 comma 3 della legge 104 ed non è valida per il trasferimento interprovinciale

Paola – Immessa in ruolo fase C in provincia diversa dalla mia di residenza, vorrei sapere se con il trasferimento, ho mio padre con la legge 104 art.3 comma 1 al 67% su 99%, potrei avere agevolazioni ?

Giovanna Onnis – Gentilissima Paola,

per il trasferimento interprovinciale è prevista precedenza con legge 104 solo per i genitori che assistono figlio disabile o  al coniuge del disabile, mentre per il figlio che presta assistenza al genitore disabile la precedenza è prevista solo nel trasferimento provinciale e nella mobilità annuale.

Queste indicazioni sono esplicitate nell’ipotesi di CCNI 2016/17, art.13 comma 1 parte V):

Nei trasferimenti interprovinciali è riconosciuta la precedenza ai soli genitori, anche adottivi, o a chi, individuato dall’autorità giudiziaria competente, esercita legale tutela e successivamente al coniuge del disabile in situazione di gravità, obbligati all’assistenza. Il figlio che assiste il genitore in situazione di gravità ha diritto ad usufruire della precedenza tra provincie diverse esclusivamente nelle operazioni di assegnazione provvisoria, fermo restando il diritto a presentare la domanda di mobilità.

Mi preme chiarirti, però, che , nel tuo caso, non avresti precedenza neanche per il trasferimento provinciale, così come non potrai avere precedenza per l’assegnazione provvisoria, in quanto il requisito indispensabile richiesto è che il familiare disabile abbia la connotazione di gravità, cioè l’art.3 comma 3 della legge 104/92, mentre l’art.3 comma 1, del quale usufruisce tuo padre, non è sufficiente per aver diritto alla precedenza

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads