Proroghe supplenze e congedi di maternità. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Oggetto: Quesiti su supplenze di maternità: 1 caso): Docente  di scuola primaria a tempo indeterminato su posto di sostegno assente per  interdizione( per gravi complicanze della gestazione) fino al 21/03/2016, poi obbligatoria, etc… La scuola ha individuato il supplente A: dal 16/12/2015 al 19/12/2015 in servizio dal 21/12/2015 al 23/12/2015 assenza per malattia bambino dal 07/01/2016 al 21/03/2016 congedo parentale( astensione facoltativa) è stato nominato il supplente B in servizio sul supplente A dal 11/01/2016   fino al 21/03/2016 QUESITO:   al  21/03/2016 la proroga ha chi spetta? 2 caso): Docente  di scuola dell’infanzia a tempo indeterminato su posto di sostegno assente per  interdizione  (gravi complicanze della gestazione) fino al 11/04/2016, poi obbligatoria, etc… La scuola ha individuato il supplente A dal 16/12/2015 al 11/04/2016 tale supplente resta in servizio dal 16/12/2015 al 30/01/2016,  dal 31/01/2016 chiede astensione obbligatoria per adozione internazionale ( richiesta per 5 mesi dal 31/01/2016) La scuola individua il supplente B in servizio  dal 01/02/2016 fino al 11/04/2016 QUESITO:   alla scadenza (11/04/2016) come si trattano i supplenti A e B ? Restiamo in attesa di una vostra risposta. Con l’occasione si porgono cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

è utile premettere come solo la supplente in congedo di maternità/interdizione dal lavoro ha titolo a vedersi riconosciuto a tutti gli effetti il servizio fino al termine del congedo, e ai fini della proroga della supplenza.

Ai sensi dell’art. 12 comma 2 del CCNL/2007 il periodo di congedo “è da considerarsi servizio effettivamente prestato anche per l’eventuale proroga dell’incarico di supplenza”.

Si noti come tale articolo, trattando la materia dei congedi parentali, stabilisca la valenza come servizio effettivamente prestato anche per quanto concerne la proroga della supplenza del solo periodo del congedo di maternità (escludendo quindi altri tipi di congedo come es. quello parentale).

Tale premessa è utile ai fini delle risposte di seguito indicate:

1

La supplente che ha titolo alla proroga della supplenza è solo la supplente A e non della supplente B, quest’ultima assente per congedi diversi dalla maternità.

2

Lo stesso discorso vale per il secondo quesito. La docente in congedo per maternità, anche se per adozione internazionale, ha diritto, a mente dell’art 12 sopra citato, ad avere la proroga della supplenza anche se assente dal servizio. Per cui dal 12/4 la supplenza deve essere prorogata a tutte e due i supplenti: al supplente A perché in congedo di maternità e quindi considerato in effettivo servizio, e al supplente B perché anch’esso in effettivo servizio al momento della continuazione dell’assenza della titolare. E così bisognerà procedere fino al termine delle lezioni compresi gli scrutini ed eventuali esami di terza media.

 

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads