Non bisogna confondere la sede di servizio a partire dall’1/7 per chi ha differito in fase C l’assunzione , con la domanda di mobilità

Paola – mio marito ta svolgendo l’anno di prova , in quanto  assunto in fase C da Gae.  In questi giorni, gli ambiti territoriali delle province dell ‘ Emilia-Romagna hanno emesso delle note, con le quali sono  state indicate scadenze per la presentazione della scelta delle sedi per i neoassunti , in fase b e c , che hanno differito la presa di servizio al 1 luglio perché sotto contratto fino al 30 giugno al momento dell ‘assunzione di novembre. Come mai questa nota?  I neoassunti  da Gae della fase C non sono tenuti a fare domanda di mobilità per tutti gli ambiti del Paese, pena il  collocamento d’ufficio nel primo ambito disponibile? I neoassunti fase c devono quindi fare sia questa domanda che quella di mobilità?  Grazie mille,  Saluti

Paolo Pizzo – Gentilissima Paola,

non bisogna confondere la sede di servizio per l’anno scolastico 2015/16 per chi ha differito in fase C l’assunzione in servizio, con la domanda di mobilità attraverso cui si assegnerà, in ambito nazionale, la sede definitiva per l’anno scolastico 2016/17 a chi è stato assunto nella fasi B e C da GAE.

Gli avvisi quindi a cui ti riferisci riguardano la sede in cui i docenti dovranno presentarsi al termine del differimento a suo tempo effettuato (nel mese di dicembre) per perfezionare, per questo anno scolastico, l’assunzione in ruolo a tutti gli effetti e quindi anche dal punto di vista economico.

Pertanto chi ha differito la presa di servizio fino al 30/6 dovrà scegliere la sede in cui presentarsi  l’1/07/2016. Solo così potrà infatti portare a termine l’assunzione in ruolo che ha  già avuto decorrenza giuridica dal 1/9/2015 ma che avrà quella definitiva ovvero economica solo a partire dal 1/7/2016. L’Emilia Romagna a differenza di altre regioni sta procedendo solo ora a questo adempimento.

Per quanto riguarda invece la sede definitiva ovvero l‘ambito a cui il docente verrà assegnato a partire dal 1/9/2016 (a.s. 2016/17), questa seguirà la procedura del CCNI sulla mobilità  che prevede, per i docenti in questione, la scelta di tutto il territorio nazionale in ordine di preferenza.

Tale operazione, quindi, che si compie in effetti prima (marzo/aprile) di quella che sarà la presa di servizio dell’1/7/2016 (a.s. 2015/16), riguarderà la sede definitiva per l’anno scolastico 2016/17.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads