Trasmissione telematica del TFR

Scuola  – Un’insegnante di religione Incaricato annuale ha iniziato il proprio servizio senza interruzione il 01.09.11 e attualmente ha un contratto (gestito dal 01.09.15 con la nuova procedura “Gestione Giuridica e Retributiva Contratti Scuola”) fino al 31.08.16. E’ stato fatto il TFR fino al 31.08.15 che verrà poi spedito tramite SIDI (area retribuzione e fisco) Nella dichiarazione del Dipendente “sezione G” ai fini del pagamento del TFR la spunta in quale delle 2 deve essere inserita la scelta?: 1) NON aver sottoscritto con ente iscritto all’INPDAP un altro contratto di lavoro a decorrere dal giorno immediatamente successivo alla scadenza del precedente 2) AVER sottoscritto con ente iscritto all’INPDAP un altro contratto di lavoro a decorrere dal giorno immediatamente successivo alla scadenza del precedente. Resto in attesa di eventuale comunicazione Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti
FP – Gentile Scuola,

in premessa le segnalo logica della trasmissione telematica del TFR, anche qualora non ci siano stati giorni di “vacatio” è dato dal fatto che dal 1/9/15, proprio per i docenti incaricati di religione, si è passati a gestirli nella nuova piattaforma SIDI: “Gestione Giuridica e Retributiva Contratti Scuola”.

Detto questo nel modello G, bisogna indicare l’opzione 1 ovvero: ” NON AVER sottoscritto……”, allegando però  una dichiarazione così come indicato nell’avviso del MIUR, che si riporta:

Chiarimenti “Sezione G” modello TFR “In accordo con l’INPS, nel momento della predisposizione di un TFR telematico, nel caso in cui un contratto non gestito con le nuove modalità in vigore dal 1° Settembre 2015 sia seguito, senza soluzione di continuità, da un contratto gestito in cooperazione applicativa con il MEF, le scuole dovranno continuare ad acquisire la dichiarazione contenuta nella Sezione G del modello TFR.

Al fine di produrre il TFR telematico le  scuole, anche se non si è verificata soluzione di continuità con un contratto successivo gestito in cooperazione applicativa, dovranno comunque selezionare il campo relativo all’interruzione del servizio. In questi casi, il TFR prodotto dovrà essere affiancato da una dichiarazione, che rimarrà agli atti della scuola,  in cui si attesta che sussiste un contratto continuativo gestito in cooperazione applicativa dal MEF (nota MIUR n. 2966 del 1° Settembre 2015) e che, al fine della comunicazione del TFR  per la parte di propria competenza, la scuola ha  provveduto a trasmettere ugualmente il TFR telematico secondo le usuali modalità a disposizioni sul SIDI.”

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads