Mobilità DOS interprovinciale

Filippo – Sono un docente DOS in assegnazione provvisoria interprovinciale entrato in ruolo il 1 settembre 2013. Volendo rimanere nella scuola attuale devo oppure non devo presentare domanda di mobilità, ed in caso affermativo in quale fase rientrerei? Grazie

risposta – sì, devi presentare domanda di mobilità interprovinciale.

In questo caso dovrai presentare due domande:

una per la fase A dei trasferimenti 2015/16 secondo le seguenti indicazioni

In particolare alla sottofase 1. COMUNALE

Le operazioni di cui alla prima fase, finalizzati ad acquisire un titolarità su sede scolastica, comprendono tanti movimenti quanti sono i comuni della provincia. Tale fase riguarda solo i docenti assunti entro il 2014/15 perché già titolari di sede o comunque riguarda gli assunti in ruolo precedentemente al 1/9/2015. Nell’ambito di questa fase l’ordine delle operazioni dei movimenti sarà il seguente: 0. Assegnazione della sede in base a quanto previsto dall’art. 7 del presente contratto da parte degli uffici territoriali competenti [rientri, assegnazioni e restituzioni al ruolo di provenienza e personale della D.O.S.] [Il personale di ruolo nel sostegno della scuola secondaria di secondo grado attualmente della dotazione organica di sostegno è assegnato, a domanda, in titolarità alla scuola di attuale servizio se disponibile in organico di diritto, diversamente partecipa alle ordinarie operazioni di mobilità. A tal fine tale personale ai fini dell’assegnazione della scuola di titolarità prima delle operazioni di mobilità, presenta domanda al competente Ufficio entro i termini stabiliti dall’O.M. sulla mobilità .]

Per richiedere il trasferimento in altra provincia dovrai invece compilare la domanda su Istanze on line, e rientrerai nella fase B

FASE B – TRASFERIMENTI FUORI PROVINCIA E PASSAGI DI CATTEDRA E DI RUOLO FUORI PROVINCIA ASSUNTI ENTRO IL 2014/15 (TITOLARITÀ SU SCUOLA SOLO NEL PRIMO AMBITO); ASSEGNAZIONE SEDE DEFINITIVA IN PROVINCIA PER CONCORSO 2012 FASI B E C (TITOLARITÀ SOLO SU AMBITO)

Mobilità 2016: le fasi e le sequenze per cercare di ottenere la cattedra/provincia che si desidera

Qualora la tua domanda di mobilità interprovinciale non sarai soddisfatta, potrai presentare nuovamente domanda di assegnazione provvisoria interprovinciale. Nel frattempo però nella provincia di titolarità avrai acqusisito la sede.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads