Domanda di trasferimento 2016/17: sarà sempre possibile revocarla?

Roberta – Sono un’insegnante in ruolo dal 2012 e quest’anno vorrei presentare domanda di mobilità per altra provincia. Visto che la mia domanda è propedeutica alla soluzione di questioni familiari, ho possibilità di ritirare la domanda? Se sì, in che modo ed entro quanto tempo dalla presentazione? Grazie.

Giovanna Onnis – Gentilissima Roberta,

le disposizioni relative alla presentazione della domanda di mobilità con relative scadenze e alla possibilità di revocare la domanda già presentata, saranno esplicitate nell’Ordinanza Ministeriale di prossima emanazione.

In attesa della pubblicazione dell’ordinanza ministeriale per la mobilità 2016/17, posso informarti che fino al corrente anno scolastico l’O.M. sulla mobilità prevedeva la possibilità di revocare la domanda di trasferimento già inoltrata nel rispetto di precise condizioni esplicitate nell’art.5 che ti riporto nella sua interezza

ART. 5-
RETTIFICHE, REVOCHE E RINUNCE
1. Successivamente alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande di trasferimento e di passaggio non è più consentito integrare o modificare (anche per quanto riguarda l’ordine) le preferenze già espresse, né la documentazione allegata.

2. E’ consentita la revoca delle domande di movimento presentate. La richiesta di revoca deve essere inviata tramite la scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente rispetto alla provincia di titolarità dell’interessato ed è presa in considerazione soltanto se pervenuta non oltre il decimo giorno prima del termine ultimo, previsto per ciascuna categoria di personale nell’ art. 2 della presente O.M., per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili (1).

3. Le istanze inviate dopo tale data possono essere prese in considerazione solo per gravi motivi validamente documentati ed a condizione che pervengano entro il termine ultimo, previsto per ciascuna categoria di personale nell’ art. 2 della presente O.M., per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili (1).

4. L’aspirante, qualora abbia presentato più domande di movimento, sia di trasferimento che di passaggio, deve dichiarare esplicitamente se intende revocare tutte le domande o alcune di esse. In tale ultimo caso deve chiaramente indicare le domande per le quali chiede la revoca. In mancanza di tale precisazione la revoca
si intende riferita a tutte le domande di movimento .Non è ammessa la rinuncia, a domanda, del trasferimento concesso.

5. Il procedimento di accettazione o diniego della richiesta di revoca deve, a norma dell’ art. 2 della legge 241/90, essere concluso con un provvedimento espresso.

(1) Fa fede il timbro a data della scuola alla quale è stata presentata l’istanza di revoca ovvero il timbro a calendario dell ‘ufficio ricevente.

Quindi se quanto sopra riportato verrà confermato anche per il prossimo anno scolastico e opportunamente esplicitato nell’O.M. 2016/17 , potrai ritirare la domanda di trasferimento nei tempi indicati dalla stessa normativa.

Personalmente ritengo che non ci siano motivazioni per non confermare queste disposizioni, ma per avere certezza, chiaramente, è necessario aspettare la pubblicazione dell’ordinanza

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads