Precedenza per personale che ricopre cariche pubbliche. Chiarimenti per il sindaco

Sindaco – Buongiorno, sono Sindaco di un piccolo paese del Friuli V.G. Sono stato assunto a tempo indeterminato nella Scuola Primaria per l’anno scolastico 2014/15 alla fine del quale, ho superato l’anno di prova. Non sono in una situazione di aspettativa. Sono interessato alla mobilità interprovinciale ma (nel caso che la mia domanda venisse accolta) posso chiedere, fino alla conclusione del mandato amministrativo (2019), di essere assegnato provvisoriamente a una scuola della mia attuale provincia, appunto, per motivi istituzionali? Grazie.


Paolo Pizzo – Gentile sindaco,

l’art 13 comma 1 punto VII) dispone la precedenza per PERSONALE CHE RICOPRE CARICHE PUBBLICHE NELLE AMMINISTRAZIONI DEGLI ENTI LOCALI

Tale precedenza prevede che il personale chiamato a ricoprire cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali a norma della legge 3.8.1999, n. 265 e del D.L.vo 18/08/2000 n. 267, durante l’esercizio del mandato, ha titolo, nell’ambito della fase dei trasferimenti intercomunali, alla precedenza nel trasferimento, purché venga espressa come prima preferenza la sede ove espleta il proprio mandato amministrativo. Analoga precedenza e con i predetti criteri, è loro riconosciuta, nella fase dei trasferimenti interprovinciali ai fini del trasferimento nella sede della provincia di espletamento del proprio mandato amministrativo.

CRITERI E MODALITÀ
• Per fruire di tale precedenza gli interessati dovranno contrassegnare l’apposita casella del modulo domanda;
• La precedenza, nell’ambito dei trasferimenti intercomunali e interprovinciali, si applica a condizione che la prima preferenza espressa nel modulo domanda si riferisca alla sede nella quale l’interessato espleta il proprio mandato amministrativo;
• L’esercizio del mandato deve sussistere entro dieci giorni prima del termine ultimo di comunicazione al SIDI delle domande.
• Al termine dell’esercizio del mandato, qualora il trasferimento sia avvenuto avvalendosi della precedenza in questione, detto personale rientra nella scuola in cui risultava titolare prima del mandato e, in caso di mancanza di posti, viene individuato quale soprannumerario.

Tale precedenza:

• NON si applica nelle prima fase A dei trasferimenti (COMUNALE)
• NON si applica ai passaggi di cattedra e di ruolo.

Detto questo, tale possibilità è stata sempre data, alle stesse condizioni di cui sopra, anche nelle assegnazioni provvisorie interprovinciali. Pertanto dal momento che i movimenti saranno pubblicati entro luglio e che subito dopo inizieranno le domande per le assegnazioni provvisorie, potrà fruire di tale precedenza in quell’occasione subito dopo aver ottenuto l’eventuale movimento interprovinciale.

Posted on by nella categoria Mobilità, Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads