Preferenze esprimibili per il trasferimento nella fase A: nessun cambiamento rispetto agli anni scorsi

Diva – Sono una docente neoimmessa in ruolo a settembre 2015 in fase 0 a Napoli per la classe di concorso A043. Non riesco a capire con esattezza con quali modalità dovrò fare la domanda di mobilità. Io vorrei restare nel comune di Napoli, anche se non necessariamente nella scuola dove sono ora per l’anno di prova.Devo indicare una elenco di scuole? Posso indicare anche gli ambiti o esistono ancora i distretti? Devo necessariamente indicare scuole al di fuori del comune o posso indicare il comune stesso? Chiedo scusa ma davvero non riesco a comprendere essendo per me la prima volta. Grazie mille.

Giovanna Onnis – Gentilissima Diva,

come docente immessa in ruolo nella fase 0 potrai partecipare alla mobilità provinciale in fase A, sottofase 2-A esprimendo preferenze su specifiche scuole (preferenze analitiche) o su comuni, distretti o l’intera provincia (preferenze sintetiche).

In seguito al trasferimento la tua titolarità, quindi, sarà in una specifica scuola e non sarai coinvolta negli ambiti territoriali.

Il numero di preferenze esprimibili, per i docenti che rientrano nella fase A della mobilità, come viene chiarito da OrizzonteScuola, è rimasto invariato rispetto agli anni passati, cioè fino a 20 per la scuola dell’Infanzia e Primaria e fino a 15 per la scuola Secondaria  di I e II grado

Quindi, nella domanda di trasferimento, potrai esprimere un numero massimo di 15 preferenze, sia nel comune che ti interessa, sia in altri comuni della provincia di immissione in ruolo.

Ti informo che con la preferenza sintetica sul comune chiedi tutte le scuole del comune indistintamente senza un ordine di priorità tra loro.

Sull’argomento ti invito a leggere l’articolo pubblicato da OrizzonteScuola.  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-cattedra-orario-interna-o-esterna-preferenze-sintetiche-o-analitiche-cosa-cambia

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads