Trasferimento provinciale e interprovinciale: quale movimento prevale?

Teresa – Sono docente di ruolo nella provincia X nella scuola secondaria di II grado dal 1992. Vorrei chiedere il trasferimento nella provincia Y per l’anno 2016/17 e in subordine in altra scuola nella provincia X di titolarità. Vorrei sapere cosa accade se io faccio la domanda di trasferimento su scuola nella provincia X nella fase A della mobilità e poi nella fase B la domanda di trasferimento nella provincia Y: la precedenza è data alla domanda formulata nella fase A? Oppure , come mi hanno detto, alla domanda di trasferimento interprovinciale della fase B? Grazie.

Giovanna Onnis – Gentilissima Teresa,

potrai chiedere per il prossimo anno scolastico ambedue i movimenti, cioè trasferimento provinciale nella fase A e trasferimento interprovinciale nella fase B.

Il primo sarà con titolarità su scuola, mentre il secondo potrà essere su scuola solo all’interno del primo ambito richiesto, altrimenti la titolarità sarà su un ambito territoriale tra quelli da te richiesti dalla seconda preferenza in poi.

Per quanto riguarda l’ordine delle operazioni, vengono prima disposti i trasferimenti della fase A, seguendo le sottofasi e le relative sequenze operative come indicate nell’allegato 1 dell’ipotesi di CCNI 2016/17.

A seguire si procederà con la fase B dei movimenti e, se in questa fase otterrai il trasferimento interprovinciale richiesto, questo annullerà il movimento provinciale eventualmente già disposto nella fase precedente

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads