Consistenza numerica delle classi con alunni disabili: è necessario rispettare l’art.5 del DPR 81/2009

Dario – E’ legittima una classe (4 Primaria) composta da 26 alunni (2 “aggiunti”
successivamente) e tre dei quali usufruiscono dell’insegnante di sostegno?

Giovanna Onnis – Gentilissimo Dario,

sicuramente la situazione che descrivi non è legittima in quanto non è in sintonia con la normativa vigente riguardante il numero di alunni per classe nei diversi ordini e gradi di istruzione.

La consistenza numerica degli alunni per classe è disciplinata dal DPR 81/2009 dove, nell’art. 5 avente come oggetto “Classi con alunni in situazione di disabilità”, al comma 2 viene chiarito che Il numero degli alunni nelle classi iniziali delle scuole ed istituti di ogni ordine e grado che accolgono alunni diversamente abili non può superare il limite di 20 alunni, purché sia esplicitata e motivata la necessità di tale consistenza numerica, in rapporto alle esigenze formative degli alunni disabili.

Il numero di alunni con cui possono essere costituite le classe in presenza di soggetto con disabilità è, quindi, puntualmente indicato nella normativa e purtroppo spesso disatteso, come nel caso che ti riguarda direttamente.

In una situazione di palese illegittimità come quella da te indicata potresti chiedere al Dirigente scolastico della scuola chiarimenti, sottolineando la necessità di porre rimedio nel rispetto dei parametri numerici stabiliti dalla normativa.

Purtroppo capita spesso che molte famiglie siano costrette a ricorrere al giudice poiché le classi in cui sono inseriti i propri figli superano abbondantemente i parametri stabiliti per legge con gravi conseguenze per il loro diritto all’istruzione.

Sull’argomento ti invito a leggere l’articolo di OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/numero-alunni-classe-buona-scuola-potranno-sparire-classi-pollaio

 

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads