Trasferimento e valutazione della domanda: ha priorità il punteggio rispetto all’ordine delle preferenze

Matilde – Sono una docente neo assunta in fase 0 nella provincia di Firenze, lavoro nella scuola,diciamo, A. Nell’ imminente domanda per l’assegnazione della sede definitiva vorrei provare ad ottenere la sede B. Qualora nella scuola B non vi fosse posto, e indicando la scuola A come seconda preferenza, concorrerei per essa col mio punteggio scavalcando anche chi ha indicato la scuola A come prima preferenza,oppure no? La priorità nell’assegnazione va al punteggio o all’ordine di preferenze espresso? Spero di essermi spiegata e vi ringrazio del tempo che vorrete dedicarmi.

Giovanna Onnis – Gentilissima Matilde,

per ogni fase dei movimenti, così come previste nell’art.6 dell’ipotesi di CCNI 2016/17, le domande presentate saranno valutate considerando eventuali precedenze e rispettando la sequenza operativa indicata, per ogni fase, nell’allegato 1.

A parità di condizioni l’assegnazione della sede richiesta viene effettuata in base al punteggio e, per ogni domanda, si considera l’ordine con il quale sono state espresse le preferenze.

Quindi se tu hai un punteggio superiore rispetto ad un’altra docente che chiede la scuola A come prima preferenza, la scuola A verrà assegnata a te anche se richiesta come ultima preferenza.

La tua domanda verrà, infatti, presa in esame prima di quella della collega in quanto tu la precedi per il punteggio

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads